/ Eventi

Eventi | 29 marzo 2023, 16:08

Apre a Busto l’undicesima macelleria di quartiere con cucina de “Il Mannarino”

L’apertura giovedì 30 marzo in piazza Vittorio Emanuele II, con un grande party tra bombette di carne, fiumi di primitivo e musica dal vivo

L'inaugurazione il 30 marzo. Qui le foto con il benvenuto a Busto del sindaco Emanuele Antonelli

L'inaugurazione il 30 marzo. Qui le foto con il benvenuto a Busto del sindaco Emanuele Antonelli

Il Mannarino, la prima insegna di macellerie con cucina che del consumo consapevole di carne ha fatto la sua filosofia, prosegue la sua espansione e inaugura a Busto Arsizio l’undicesima bottega di quartiere con una grande festa aperta al pubblico.

Giovedì 30 marzo, a partire dalle ore 19.30, chiunque vorrà potrà scoprire la gustosa offerta del brand, caratterizzata da un’ampia varietà di carne e prodotti di prima scelta, partecipando a una grande festa con musica dal vivo e mozzarelle live show.

Il Mannarino nasce nel 2019 dall’idea dei due giovani imprenditori Gianmarco Venuto e Filippo Sironi, mossi dal desiderio di nobilitare l’antica arte della macelleria. L’esclusiva esperienza multicanale del brand permette ai clienti, oltre che di acquistare i prodotti direttamente al banco della macelleria guidati dai consigli del Mannarino di fiducia, di scegliere il proprio taglio di carne e gustarlo comodamente seduti nella sala del ristorante (che insieme ai due dehors ospita fino a 85 coperti) o di ordinare online la propria spesa.

“L’inaugurazione del nuovo locale di Busto Arsizio è la prima grande novità del 2023, che dà il via a questo anno per noi molto importante”, affermano Gianmarco Venuto e Filippo Sironi, co-founder de Il Mannarino. “Ci impegniamo quotidianamente per trasmettere ai clienti la nostra filosofia: privilegiamo i prodotti di origine nostrana e promuoviamo un consumo consapevole della carne, buona per le persone e per la terra. Collaboriamo con piccoli produttori al fine di salvaguardare le tradizioni e aiutare lo sviluppo delle filiere locali. Tra i nostri principali obiettivi c’è la volontà di collaborare con una rete di fornitori al 100% italiana”, concludono i due founder.

Gli inconfondibili arredi caldi e familiari, gli iconici colori giallo e verde, le ceramiche realizzate a mano e un ulivo pugliese centenario posizionato al centro della sala, accolgono i clienti all’interno della nuova macelleria de Il Mannarino, situata a pochi passi dal centro della città. All’ingresso, il grande banco della macelleria, dove è possibile scegliere tra le imperdibili bombette, le succulente costate, gli arrosticini e molti altri appetitosi tagli di carne. Non mancano i piatti della gastronomia “A casa di nonna”, tra cui le golose polpette al pomodoro, la purea di fave e cicoria e il Mannaritozzo, un maritozzo salato ripieno di manzo sfilacciato e salsa cacio e pepe.

L’appuntamento con la grande festa inaugurale de Il Mannarino di Busto Arsizio è per giovedì, 30 marzo, dalle ore 19.30, in Piazza Vittorio Emanuele II. L’evento è aperto al pubblico.

 

Il Mannarino, nome evocativo delle celebri macellerie di quartiere con cucina, nasce dalla passione per la carne di due giovani amici con il sogno di rinobilitare l’antica “arte” della macelleria.

Il termine “mannarino” indica il coltello da cucina con cui i macellai di paese tagliano la carne sul banco – una piccola mannaia - e questa parola ha finito con l’identificare il macellaio di fiducia nel lessico popolare. All’interno dei punti vendita de Il Mannarino è possibile acquistare carne di prima qualità direttamente al banco oppure gustarla direttamente al tavolo, accompagnata da specialità culinarie tradizionali e da un buon calice di vino. Il Mannarino si impegna a diffondere l’importanza del consumo della carne di prima scelta per il benessere dell’organismo, in quanto alimento completo, che contribuisce alla copertura del fabbisogno di tutti i nutrienti essenziali del corpo umano.

Il Mannarino conta quattro punti vendita nella città di Milano - il primo aperto il 21 giugno 2019 in Piazza De Angeli 1 seguito, poi, da altri tre locali, rispettivamente in Via Carlo Tenca 12, Via Galvano Fiamma 4/6 e Alzaia Naviglio Grande 2 –; uno ad Arcore in Via Alfonso Casati 80; uno a Brescia, in Via Tosio, 3; uno a Bergamo in Viale Papa Giovanni XXIII, 66; uno a Novara in Piazza Martiri della Libertà, 5B; uno a Torino, in Via della Rocca, 4; uno a Seregno, in Via Cadore, 96; e ora uno a Busto Arsizio in Piazza Vittorio Emanuele II.

C. S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore