/ Territorio

Territorio | 17 marzo 2023, 17:53

Valle Olona, il presidente Magrini sulle molestie olfattive: «Situazione non più accettabile, deve risolversi»

Enti e organi di controllo hanno preso posizione compatti durante l’ultimo tavolo tecnico svoltosi a Villa Recalcati, sottolineando come sia necessario mettere definitivamente la parola fine al problema che da anni affligge i cittadini di Castellanza, Marnate e Olgiate

Valle Olona, il presidente Magrini sulle molestie olfattive: «Situazione non più accettabile, deve risolversi»

Niente più deroghe e rispetto tassativo dei vincoli imposti dalla normativa, è questo, in sintesi, quanto emerso dalla conferenza dei servizi tenutasi ieri in Provincia per fare il punto sulla questione degli odori molesti che da anni si diffondono nell’aria a Castellanza, Marnate e Olgiate.

Una posizione, che, come spiega il presidente della Provincia Marco Magrini, «è condivisa da tutti coloro che siedono al tavolo che, sotto la regia della Provincia, sta lavorando in maniera compatta e coesa.
Tutti gli enti, gli organi di controllo e le varie realtà presenti hanno una posizione unica sul tema, che va a declinarsi secondo le competenze di ciascuno».

Tutti gli attori, dunque, sono concordi su un fatto: i cittadini dei comuni interessati hanno già subito molto più del dovuto nel corso degli anni, ed è necessario mettere definitivamente la parola fine alla vicenda.

«Tutti noi – prosegue il presidente Magrini – siamo dalla parte dei cittadini. Non è più accettabile quanto accaduto negli scorsi anni, la situazione deve risolversi.
Abbiamo incontrato il nuovo amministratore della società, e abbiamo riscontrato un’apertura da parte sua; siamo consapevoli, inoltre, che qualche intervento è stato fatto, e di come questo abbia portato ad un parziale miglioramento della situazione, ma tutto ciò non è abbastanza».

Lo scopo di tutti i rappresentati delle realtà che siedono al tavolo tecnico, dunque, sembra essere quello di mettere, nel corso di quest’anno, la parola fine a questo annoso problema, che causa disagi e difficoltà a moltissime famiglie, che spesso nei mesi estivi si trovano a non poter aprire nemmeno le finestre di casa propria a causa dei cattivi odori.
Come se tutto questo non bastasse, poi, è emersa una nuova difficoltà che deve essere affrontata il prima possibile.

«Nel corso del tavolo tecnico – conclude Marco Magrini – abbiamo analizzato anche una nuova criticità legata all’innalzamento sopra soglia dei valori del depuratore; se questo dovesse perdurare a fine anno ci troveremmo a dover pagare delle sanzioni, e questo deve essere evitato».

Per tutti questi motivi è stata fissata una nuova conferenza dei servizi per il 27 marzo, dove sarà ratificato quanto deciso nell’ultimo tavolo tecnico e si farà nuovamente il punto della situazione.

Loretta Girola

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore