/ Varese

Varese | 02 marzo 2023, 17:00

Rigenerazione urbana: prosegue l'iter progettuale per la creazione del nuovo hub di ricerca e formazione di Valle Olona

La giunta varesina ha approvato il progetto di fattibilità tecnico-economica. L'intervento porterà alla trasformazione della ex scuola De Amicis in un centro di ricerca e formazione legato alla mobilità avanzata e sostenibile

Rigenerazione urbana: prosegue l'iter progettuale per la creazione del nuovo hub di ricerca e formazione di Valle Olona

La giunta ha approvato il progetto di fattibilità tecnico-economica legato ad InnoVa, l'intervento finanziato dal bando Italia City Branding 2020, che porterà alla trasformazione della ex scuola De Amicis di Valle Olona in un centro di ricerca e formazione legato alla mobilità avanzata e sostenibile, con spazi per le attività di formazione, ricerca pura e applicata. L'approvazione da parte della giunta dà dunque il via al processo che dovrà portare la progettazione fino al livello esecutivo del nuovo polo tecnologico.

"Prosegue l’iter progettuale legato agli interventi di rigenerazione urbana del compendio dell’ex scuola De Amicis - spiega l'assessore ai lavori pubblici Andrea Civati - che rientra nel più ampio progetto strategico di ripensamento urbanistico della Valle Olona".

"Tra gli obiettivi del progetto c'è quello di rivitalizzare l'area attraverso una serie di azioni strategiche che possano avere ricadute positive su tutto il territorio - aggiunge la vicesindaca Ivana Perusin - consentendo il recupero, valorizzazione e rifunzionalizzazione di aree manifatturiere oggi dismesse e in parallelo favorendo lo sviluppo di competenze innovative in grado di aumentare l'attrattività della città, attraverso l'insediamento di nuove imprese e la destinazione di investimenti privati".

Le opere alla struttura prevedono il recupero dell'immobile e la sua rifunzionalizzazione nel rispetto degli elementi storico architettonici, con l’adeguamento strutturale, energetico ed impiantistico e con la sistemazione delle aree esterne. 

Tra gli interventi, è previsto un nuovo unico ingresso, per consentire una migliore accessibilità. Parallelamente si vuole preservare l’immagine dell’edificio storico, migliorare l'accessibilità e connessione con il quartiere, con interventi di bonifica e una rifunzionalizzazione delle aree a verde, con percorsi nuovi pedonali e carrabili.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore