/ Sociale

Sociale | 22 febbraio 2023, 11:58

Una festa di Carnevale per «riallacciare i legami spezzati dalla detenzione»

In carcere a Varese, a cura dell'associazione “CuoriEroi”. Un Martedì Grasso tra bolle di sapone, truccabimbi, regali e momenti di condivisione e affettività tra figli minori e papà detenuti

Una festa di Carnevale per «riallacciare i legami spezzati dalla detenzione»

Martedì 21 febbraio, la sala colloqui/familiari della Casa Circondariale di Varese ha ospitato la “Festa di Carnevale” in favore dei figli minori dei papà detenuti e del rispettivo congiunto accompagnatore.

L’evento nasce dalle indicazioni pervenute dall’Amministrazione Penitenziaria tendenti ad agevolare le iniziative legate alla genitorialità e a rafforzare i legami famigliari e l’affettività.

Il Responsabile dell’Associazione “CuoriEroi”, Antonino Galici, con grande entusiasmo si è reso disponibile alla realizzazione della festa di Carnevale che si è tenuta nel pomeriggio del Martedì Grasso di Carnevale.

All’evento erano presenti il Prefetto Salvatore Pasquariello, il Direttore della Casa Circondariale Carla Santandrea, il Comandante di Reparto Alessandro Croci, i Funzionari Giuridico Pedagogici Domenico Grieco e Stefania Palmieri.

I volontari dell'Associazione si sono travestiti da Supereroi, da Principesse, da altri personaggi dei fumetti e hanno animato l’evento con bolle di sapone e con il truccabimbi, offrendo anche alcuni regali.

E’ così trascorso un pomeriggio di serenità e allegria per i nuclei familiari riducendo la distanza tra i loro bisogni affettivi e la realtà che vivono all’esterno.

Un piccolo rinfresco è stato predisposto da Alessia Boldetti, operatrice della Cooperativa Lotta, che da anni collabora con il carcere per un percorso dedicato alla genitorialità.

La Direttrice sottolinea che «da alcuni anni, in occasione di alcune ricorrenze, l’Istituto organizza pomeriggi dedicati ai figli dei detenuti e ai loro famigliari per offrire loro momenti di leggerezza e condivisione. Un ringraziamento particolare a tutto il gruppo dell’Associazione CuoriEroi che ha reso possibile questa esperienza all’interno di una struttura penitenziaria, contribuendo così a riallacciare i legami spezzati dalla detenzione».

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore