/ Gallarate

Gallarate | 01 febbraio 2023, 20:39

Ospedale Busto/Gallarate: il Pd dei due galli presenta le sue osservazioni

Il posizionamento a Busto Arsizio, rione Beata Giuliana, fa sorgere dubbi potenzialmente esiziali. E nascono interrogativi sullo stesso progetto

Ospedale Busto/Gallarate: il Pd dei due galli presenta le sue osservazioni

Osservazioni del Partito Democratico sulla Vas – Valutazione ambientale strategica, in merito al futuribile ospedale Busto/Gallarate. Stampa convocata davanti all’ingresso del Sant’Antonio Abate, nosocomio della città dei due galli e snodo fondamentale nel percorso per arrivare al nuovo assetto.

Ci sono Giovanni Pignataro, Carmelo Lauricella e Margherita Silvestrini (Pd Gallarate) e Samuele Astuti (consigliere regionale Dem, uscente). Che cosa fanno presente i referenti del centrosinistra? Intanto un deficit di analisi, in prospettiva nuovo ospedale. Nella loro lettura, la documentazione prodotta da Regione Lombardia avrebbe delle mancanze, per esempio sulla possibilità di ampliare l’attuale ospedale di Busto. Segnalano in particolare, i democratici, che la Vas «…non ha considerato tutte le aree di un suo possibile sviluppo».

Si parla della zona ospedale di Busto e si citano aree e immobili abbandonati nelle immediate vicinanze del nosocomio. Sentenza del Pd: incompletezza dei dati.

Nel mirino anche un flusso previsto da e per l’ospedale di persone che contempli un 40 per cento riconducibile a biciclette e Trasporto Pubblico Locale. Ma chi va in ospedale (se non ci lavora) con pedali, pullman e treno?

Opere viabilistiche, si parla di «…raddoppio delle corsie tra la rotatoria di via Adige e Cascina dei poveri», oltre che di incremento del diametro della rotatoria di via Cascina dei poveri. Ancora, di stravolgimenti al sistema di accesso al plesso scolastico dell’Ite Tosi. Il centrosinistra lamenta la totale assenza di analisi sulle potenzialità del Deposito dell’Aeronautica, a Gallarate, ampia area dimostratasi flessibile, nelle forme di utilizzo, in chiave anti Covid.

L’accessibilità del futuribile ospedale preoccupa, fra necessità di ampliamento delle arterie per arrivare in loco e “bretella di Gallarate”. «Nei prossimi quattro anni verrà realizzata la bretella che collegherà la Pedemontana alla 336». Ma non ci sarebbero valutazioni sugli sviluppi di tale infrastruttura in collegamento al nuovo ospedale, nemmeno per quanto concerne i cantieri.

Parcheggi da realizzare nel nuovo ospedale: perché si è passati da oltre 2.600 a 1.100? Sono adeguati? «Le nostre – afferma Giovanni Pignataro - sono osservazioni di carattere tecnico. Volutamente». Sulla convergenza con quelle mosse dalla maggioranza gallaratese: «Confermiamo. E aggiungiamo quanto contenuto nelle nostre osservazioni».

Stefano Tosi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore