/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 30 gennaio 2023, 12:11

34 bimbi nati e 53 donne assistite accendono la vita al Cav

Presentato questa mattina in via Pozzi il bilancio dell’attività del Centro aiuto alla vita “Anna e Giovanni Rimoldi” di Busto Arsizio. Al via venerdì 3 febbraio il programma per la 45esima giornata per la vita con veglie, film, libri e primule

34 bimbi nati e 53 donne assistite accendono la vita al Cav

Sono soprattutto straniere, casalinghe con più figli e attorno ai trent’anni le donne che chiedono aiuto al Cav di Busto Arsizio. Come ogni anno anche per la giornata della vita 2023 il Centro bustese “Anna e Giovanni Rimoldi” presenta un bilancio dell’attività dell’anno precedente. Dati sempre eloquenti: 34 bambini nati e 53 donne assistite, per un totale di 1.350 donne assistite dal 1989 anno di fondazione del Cav bustese.

Ed è interessante notare che l’89 per cento delle gestanti sono straniere in particolare di origine africana, il 54 per cento. L’età è compresa tra i 25 e i 34 anni e il 43 per cento hanno due o più figli. Ma anche le giovanissime bussano alle porte del centro di via Pozzi: il 21 per cento sono di età compresa tra i 16 e i 24 anni, mentre il 21 per cento sono over 34.

La maggioranza delle signore sono coniugate, il 73 per cento. La percentuale si abbassa per le nubili, l’11 per cento e le separate o conviventi, il 16 per cento. Tra i numeri non compaiono studentesse, il 12 per cento sono donne disoccupate e il 23 per cento casalinghe con un titolo di studio di licenza delle medie inferiori. Ma compaiono anche tre laureate e 11 con un diploma delle scuole superiori.

Da non sottovalutare nemmeno l’atteggiamento del partner in relazione all’aborto: la maggior parte dei papà sono contrari (25), due hanno un atteggiamento definito “istigante”, tre indifferenti e nessuno consenziente.

Le donne che chiedono Sos al Cav lo fanno perché in difficoltà economiche o si trovano privi di un’occupazione, 60 per cento, mentre solo il 15 per cento per problemi abitativi.

Eloquenti pure le prestazioni offerte dal Centro aiuto alla vita: si tratta di un sostegno morale e psicologico, alloggio in casa di accoglienza, assistenza sociale, legale, aiuti in natura, in denaro o personalizzato alla maternità.

Programma per la 45esima giornata per la vita

Ogni anno è ricco il palinsesto per festeggiare la “Giornata per la vita”. Il primo appuntamento è venerdì 3 febbraio alle 20.45 con una veglia alla chiesa dei Frati. Sabato 4 e domenica 5 in tutte le parrocchie di Busto Arsizio e della Valle Olona saranno presenti i volontari per presentare il loro operato e chiedere sostegno in cambio di una primula. Mercoledì 8 febbraio, presentazione del libro “Una chat per la vita” di Vittoria Criscuolo e Susanna Primavera. Conduce la serata il prof Enrico Tacchi, in biblioteca. Infine giovedì 9 febbraio alle 21, visione del film “The truth comes out” sulla piattaforma Zoom in collaborazione con il centro culturale Don Francesco Checchi.

Laura Vignati

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore