/ Territorio

Territorio | 26 gennaio 2023, 16:52

All'interno della casa di riposo di Gavirate apre la trattoria "Villa Arzilla". «Facciamo rivivere agli ospiti la convivialità delle osterie di una volta»

Una sala della Fondazione Bernacchi è stata trasformata in una locanda arredata in stile vintage, con tanto di menù a scelta, brocche, cestini in vimini e tovaglie a quadretti. Si parte sabato 28 gennaio: gli anziani potranno accomodarsi con amici e famigliari o con altri ospiti. Si gusteranno soprattutto piatti della tradizione: sabato si comincia con cassoeula e polenta e gorgonzola

I tavoli della trattoria Villa Arzilla nella casa di riposo di Gavirate sono pronti per ricevere gli ospiti

I tavoli della trattoria Villa Arzilla nella casa di riposo di Gavirate sono pronti per ricevere gli ospiti

Alla Fondazione Bernacchi Gerli Arioli, storica casa di riposo di Gavirate che sorge nel cuore della cittadina sabato 28 gennaio apre la trattoria Villa Arzilla.

Un'idea e originale nata dalla collaborazione tra la Fondazione con Salus srl con l'obiettivo di far vivere e rivivere agli ospiti della struttura un momento conviviale come il pasto in un ambiente come "quello di una volta", come erano le osterie o appunto le trattorie. 

Gli anziani della casa di riposo potranno pranzare nella "loro" trattoria realizzata in una sala al piano terra della Fondazione, insieme a parenti e amici, oppure con altri ospiti della struttura.

Arredata con le stoviglie di una volta la trattoria Villa Arzilla è in grado di ospitare 16 commensali contemporaneamente. Per rendere l'atmosfera di un tempo ancora più realistica sono state utilizzati tovaglie a quadretti, brocche d'acqua, cestini di vimini per il pane, bicchieri da osteria.

Proprio come in una vera e propria trattoria, l'ospite potrà leggere i piatti proposti nel menù del giorno che sarà presente su ogni tavola. I piatti verranno preparati da Salus srl nella cucina interna della Bernacchi Gerli Arioli utilizzando prodotti freschi e di qualità. Verranno proposti in particolare piatti tipici della tradizione.

E proprio da quelli si partirà sabato 28 gennaio primo giorno di apertura dell'osteria con un menù che più tipico non si potrebbe: dopo pizzette e salatini misti e vol au vent ai funghi con fonduta di taleggio, si proseguirà con cassoeula, polenta, gorgonzola e per concludere panna cotta.

Anche il nome Villa Arzilla non è stato scelto a caso ma si rifà al titolo dell'omonima serie televisiva andata in onda nei primi anni 90 e interpretata da Gigi Proietti, ambientata in un pensionato in cui ospiti e vecchietti arzilli trascorrevano le loro giornate divertendosi e organizzando scherzi. 

«Quella della trattoria interna è uno dei progetti principali della Fondazione - spiega il consigliere Giovanni Speziani - il primo è stato quello di ristrutturare la casa di riposo che ha cambiato volto, utilizzando le opportunità offerte dal superbonus edilizio, l'altro è quello di portare gli ospiti una settimana al mare nel mese di giugno». 

Matteo Fontana

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore