/ L'ultima contesa

L'ultima contesa | 13 dicembre 2022, 07:49

VIDEO - Max Ferraiuolo a L’Ultima Contesa: «La squadra può reggere anche senza Reyes. Non percepisco la volontà di intervenire sul mercato»

Le parole del team manager della Pallacanestro Varese hanno accompagnato la puntata di ieri del talk show di VareseNoi sul basket varesino. Caldi i temi affrontati: la sconfitta a Pesaro, le condizioni del portoricano, il caso Tepic e un eventuale nuovo acquisto

Max Ferraiuolo, ospite ieri sera a L'Ultima Contesa

Max Ferraiuolo, ospite ieri sera a L'Ultima Contesa

La sconfitta di Pesaro, l’assenza di Reyes, il caso Tepic e il mercato. Questi i temi caldi della puntata di ieri sera de L’Ultima Contesa, il talk show sulla pallacanestro varesina di VareseNoi.

Ospite Max Ferraiuolo, team manager della Pallacanestro Varese, che ha fornito le sue impressioni sul match di ieri sera, prima di parlare delle condizioni di Justin Reyes e fino ad arrivare all’affaire Tepic, con conseguenti mosse sul mercato, al momento escluse.

Altro ospite della trasmissione Alessandro Burin, giornalista di Varese Sport.

Qui alcune delle dichiarazioni di Max Ferraiuolo:

«C’è un po’ di delusione - sulla partita di ieri - perché comunque a un certo punto sembrava che potessimo arrivare a giocarcela fino in fondo. Il problema è stato prima, nei 4 o 5 minuti del secondo quarto in cui abbiamo giocato davvero male, forse la parte di partita peggiore della stagione della nostra squadra, lo sforzo per rientrare poi l’abbiamo pagato. Pesaro è stata la squadra che ha sfruttato meglio i cambi, ma ci ha fatto male anche da fuori».

«La difesa è la fase del gioco dove dobbiamo migliorare di più. In attacco abbiamo diversi giocatori di talento e riusciamo a trovare individualmente buonissime soluzioni. In difesa commettiamo degli errori un po’ banali, un po’ di disattenzione. Sono convinto che se riusciamo a trovare un po’ di equilibrio e un po’ di concentrazione in più, su questo aspetto davvero possiamo fare un ulteriore passo in avanti».

Su Justin Reyes: «La sua mancanza si sente nell’essere un’alternativa offensiva a Johnson e a Brown. Justin è quell’arma in più che ti permette di attaccare giocatori che fanno fatica contro di lui, e a livello difensivo la sua capacità di prendere rimbalzi e di giocare contro avversari spalle a canestro».

«La rottura del menisco era abbastanza brutta, è un menisco esterno quindi porta da avere un tempo di recupero maggiore. Chiaro che per un professionista tornare all’attività un periodo di adattamento ci debba essere, ma siamo fiduciosi che alla fine il nostro staff gli permetterà di arrivare nel giro di sei settimane in condizioni per tornare a giocare».

«Nei tempi più rapidi possibili sarà messo a posto - a proposito del caso Tepic - Aveva firmato un biennale, e dopo pochissime partite la società decise di non avvalersi più delle sue prestazioni. Si rescisse solo per la prima stagione, mettendo in stand-by la seconda. È stata una situazione lasciata lì un po’ troppo a lungo, pensando che si potesse poi trovare un modo per sistemare le cose. Si è arrivati poi alla sentenza del BAT che ci ha condannati a pagare le spese. L’immagine di Pallacanestro Varese deve essere di un certo tipo, è stato un inciampo».

«Si porrà rimedio per una questione di immagine limpida e trasparente. Questo non significa che si ricorrerà necessariamente al mercato per sostituire Justin. Credo che la squadra possa reggere l’urto, e soprattutto mi sembra di percepire che da parte della società e di Luis non ci sia la volontà di intervenire sul mercato».

 

Qui sotto la puntata integrale

Lorenzo D'Angelo


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore