/ Attualità

Attualità | 23 novembre 2022, 09:39

Bobo, quella vacanza in barca e la bandiera della Padania: «Lui come un aquilone che sta lontano da chi ha in mano il filo»

L'intenso ricordo dell'ex sindaco di Busto Luigi Rosa: «Marco Sartori e io accompagnammo Maroni dalla Liguria all'isola d'Elba». Le risate, l'amicizia, il rapporto meraviglioso con il mare e quando arrivarono i carabinieri

Roberto Maroni in una sua foto da Twitter

Roberto Maroni in una sua foto da Twitter

Bobo e il mare, un'immagine che tanti portano nel cuore. Ma di Roberto Maroni - scomparso ieri a 67 anni - l'ex sindaco di Busto Luigi Rosa conserva anche il ricordo di un piccolo e intenso viaggio in barca. Avvenne con il grande amico Marco Sartori - venuto a mancare nel 2011, anche lui a novembre - e Gianmarco Mancini. 

Era il 1998 e Maroni aveva preso un'imbarcazione. Destinazione Sicilia, ma c'era una tappa prima: l'isola dove l'ex ministro doveva partecipare a un matrimonio. «Allora Marco ed io siamo partiti per accompagnarlo - racconta Rosa - Appuntamento alla barriera di Gallarate per andare in Liguria a recuperare la barca. Mi ricordo che non mi ero neanche allacciato le scarpe, mi fermai a farlo e ruppi gli occhiali». Quanti aneddoti, risate, ma anche momenti seri e carichi di riflessione perché quelli non erano anni facili per chi aveva tanta passione per la politica e la Lega quanto capacità di spirito critico.

La barca, il mare, sono così: uniscono con una formula ancora più magica. All'inizio navigazione a motore - «poi il mattino abbiamo trovato una bellissima giornata e mi ricordo ancora il momento in cui abbiamo spento il motore e issato le vele». La pace, attorno a sé, una situazione da gustare insieme.

Poi Bobo si veste elegante per andare alla cerimonia. In giacca e cravatta scende dalla barca, i suoi amici lo raggiungeranno poi alla festa con abbigliamento decisamente sportivo e l'eco delle risate per la pasta preparata in barca, così scotta che si faceva fatica a mangiarla, mentre piaceva moltissimo ai pesci.

Ma poi un altro aneddoto. «Nel weekend c'era una manifestazione di Baltic e ci dicevano che c'era anche D'Alema. Abbiamo issato la bandiera della Padania sulla barca ed è arrivato l'elicottero dei carabinieri». Uno sguardo ai tre "mozzi" e al "capitano", che era niente meno che l'ex ministro dell'Interno, poi il velivolo si è allontanato.

Di quei pochi ma indimenticabili giorni, Rosa custodisce ogni momento. In queste ore, però, un amico gli ha riportato un'immagine che vuole condividere, perché ben raffigura Bobo Maroni: «Un aquilone che sta lontano da chi ha in mano il filo». Libero come l'aria, libero come l'acqua. Un uomo che non si fa condurre dove non vuole e che sa ridere e riflettere con gli amici, respirando il mare.

Marilena Lualdi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore