/ Territorio

Territorio | 13 ottobre 2022, 13:12

FOTO Il grande cuore di Camera Condominiale arriva sul lungolago di Gavirate: donato il primo Book Crossing

La sede varesina dell’associazione per gli amministratori condominiali continua la sua grande opera nel campo del sociale. Inaugurata stamattina la prima casetta raccogli-libri sulle sponde del Lago di Varese, alla presenza dei bambini della scuola primaria Risorgimento. Andrea Leta: «Contenti e fieri, progetto di responsabilità che va oltre la nostra categoria»

FOTO Il grande cuore di Camera Condominiale arriva sul lungolago di Gavirate: donato il primo Book Crossing

L’attività sociale di Camera Condominiale di Varese ha vissuto, stamattina, un altro bel capitolo. L’associazione dedicata alla formazione degli amministratori di condominio ha donato al Comune di Gavirate un Book Crossing, ovvero una sorta di casetta raccogli-libri (per bambini e per adulti) da cui chiunque sarà libero di attingere, magari da potersi godere una lettura proprio sul lungolago.

L’iniziativa si inserisce all’interno del progetto Abbracciamo il lago con la cultura 2022, che Camera Condominiale ha abbracciato.

«Noi come associazione culturale non potevamo che buttarci a capofitto nel progetto - dichiara Gianluca Carullo, responsabile scientifico di Camera Condominiale - Vogliamo iniziare questo percorso, che servirà idealmente ad abbracciare tutto il lago».

Perché il progetto è ambizioso: inaugurare un Book Crossing all’anno, una in ogni paese che si affaccia sul Lago di Varese.

Alla presentazione del Book Crossing sul lungolago di Gavirate, stamattina erano presenti il vicesindaco Massimo Parola, l’assessore alla Cultura Enrico Brunella e l’assessora all’Ufficio Scolastico Laura Di Gioia.

Proprio il vicesindaco Parola ha espresso soddisfazione per l’avvio del progetto: «È bello vedere la collaborazione tra amministrazione, privati e scuola per raggiungere progetti significativi come questo, per l’aspetto educativo di divulgazione dei libri e della lettura. Questo è stato il paese di Gianni Rodari, i cui racconti verranno sicuramente immessi in questi “alveari della parola”».

Per Camera Condominiale, oltre al delegato della sede di Gavirate, Matteo Totti, e a Gianluca Carullo, non poteva mancare il direttore generale Andrea Leta, vero ideatore primo dell’iniziativa.

«Siamo contenti e fieri di aver donato il primo Book Crossing a Gavirate - le parole di Leta - È un progetto di responsabilità sociale, per cui Camera Condominiale si applica fin dalla sua nascita, rivolgendosi a persone di diversi settori».

Alla presentazione erano presenti circa 150 bambini della scuola primaria Risorgimento di Gavirate, che dopo la presentazione hanno assistito a una lettura animata di un racconto di Gianni Rodari. Per concludere gli studenti hanno goduto di una merenda, offerta per l’occasione da Cucina di Altamura.

«Siamo la prima sede in Italia ad aver avviato questo progetto di responsabilità sociale, che va oltre i confini della nostra categoria - continua Leta - Ci distinguiamo per andare anche al di fuori della nostra area di competenza. A dicembre daremo altre borse ad alcune associazioni».

Va ricordato, infatti, come, nel 2021, Camera Condominiale aveva donato delle lezioni di ballo a Giovanni Adorni, laureatosi successivamente campione nazionale di danza paralimpica.

Anche per questo motivo, all’evento Condominio in Fiera, tenutosi a Roma lo scorso giugno, la sede varesina di Camera Condominiale è stata premiata dall’avvocato Marco Quagliarello per tutte per le attività associative e sociali svolte.

«Siamo un’associazione che entra nel tessuto sociale della provincia, e lo facciamo dando aiuti concreti» conclude Andrea Leta.

Lorenzo D'Angelo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore