/ Territorio

Territorio | 30 settembre 2022, 17:43

Distruggono la porta della sala d'aspetto della stazione di Casorate Sempione: vandali individuati dalle telecamere

I colpevoli convocati dalla polizia locale hanno ammesso le loro responsabilità. «Si tratta di un gruppo di ragazzi, recidivi, che hanno compiuto un gesto di pura stupidità per noia e ai quali avevamo dato una seconda possibilità. Ora non resta che una punizione esemplare e il risarcimento dei danni» dichiara il sindaco

La porta della sala d'aspetto della stazione di Casorate Sempione danneggiata dai vandali (foto dalla pagina Facebook Casorate Sempione: il paese che vorrei)

La porta della sala d'aspetto della stazione di Casorate Sempione danneggiata dai vandali (foto dalla pagina Facebook Casorate Sempione: il paese che vorrei)

Non c'è pace per la porta d'ingresso della sala d'aspetto della stazione ferroviaria di Casorate Sempione che è stata nuovamente danneggiata dai vandali che però questa volta sono stati individuati dalle immagini della videosorveglianza e convocati dalla polizia locale. 

Il vetro della porta era stato sistemato di recente e poi imbrattato da scritte appena qualche giorno dopo dalla posa. Martedì, lo stesso vetro è stato nuovamente rotto da ignoti, che però per fortuna lo sono rimasti per poco. 

«Grazie alla pronta segnalazione ed all'ausilio del sistema di videosorveglianza, abbiamo visionato le immagini - spiega sui social il sindaco Dimitri Cassani - un filmato che andrebbe reso pubblico per capire a quale punto di idiozia possano arrivare dei ragazzi annoiati, assolutamente irrispettosi degli altri e dei beni pubblici. Un comportamento inaccettabile ed ingiustificabile, meritevole di una punizione esemplare».

I colpevoli convocati dal comandante della polizia locale davanti all'evidenza delle immagini non hanno potuto fare altro che ammettere le proprie responsabilità. 

«Non si incominci ora con il linciaggio morale dei genitori, o dare la colpa al disagio giovanile - conclude il primo cittadino - questa è pura stupidità, un gesto senza senso compiuto per noia da soggetti recidivi che già abbiamo cercato di correggere, ragazzi a cui abbiamo dato anche più di una seconda opportunità. Ora non resta che la punizione esemplare, non credo serva a cambiare la loro indole, ma, di certo, risarcirà economicamente e moralmente quella comunità che hanno offeso e danneggiato con il loro comportamento». 

M. Fon.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore