/ Varese

Varese | 28 settembre 2022, 12:12

Il Claun il Pimpa e le associazioni riaccendono la meraviglia dei bambini in piazza San Vittore

Domenica 16 ottobre un'iniziativa benefica a favore dei bambini del villaggio Al Mosader, nella Striscia di Gaza

Il Claun il Pimpa e le associazioni riaccendono la meraviglia dei bambini in piazza San Vittore

Il 16 ottobre il cuore della città, in piazza San Vittore, si animerà con le iniziative della Giornata della meraviglia

La manifestazione benefica è nata dalla collaborazione tra Marco Rodari, in arte Claun il Pimpa, presidente de l’associazione Per Far Sorridere il Cielo, e l’associazione 23&20, che già lo scorso anno ha portato in piazza numerosi sodalizi, con lo scopo di raccogliere fondi per il progetto Una Meraviglia di Scuola, a sostegno di Mosader Kindergarten, l’unica scuola materna presente nel villaggio Al Mosader, in una delle zone più povere ed emarginate della Striscia di Gaza

L'edizione dello scorso anno ha coinvolto nel progetto 49 piazze ed ha permesso di raccogliere 30 mila euro a sostegno della scuola, mentre quest’anno hanno aderito più di 60 piazze. Quest’anno ci sarà inoltre un focus sulle 12 fatiche della Guerra, focalizzando l'attenzione sull’acqua, bene primario e la fatica di recuperarla per i bimbi nei territori sotto le bombe. 

La città di Varese ospita una giornata speciale sia perché riporta l'attenzione sul tema dell'acqua, una risorsa preziosa e vitale, e soprattutto sull'impegno per sensibilizzare tutti sulla realtà vissuta dai bambini nei territori assediati dalla guerra”, spiega la presidente della Commissione Cultura Manuela Lozza

“L'obiettivo è quello di riportare meraviglia ai nostri bambini, ma anche riportarla agli adulti - spiega Marco Rodari - Nasce perché non esiste una giornata cosi, perché nessuno ci ha mai pensato e crediamo sia importante mettervi l’accento. In modo particolare, io incontrando molti bambini che vivono la guerra, toccato con mano la mancanza di meraviglia in loro.

Abbiamo il dovere di riaccendere questa meraviglia perché un bimbo che si meraviglia, o che torna a meravigliarsi, in quel momento preciso riaccende in lui la fantasia e può immaginare un mondo diverso, scappare da quei luoghi, almeno con il pensiero. Servirà anche per insegnare ai nostri bambini a non dare tutto sempre per scontato, perché è da qui che si parte per capire cosa è veramente importante. Lo faremo in forma giocosa, in tutte le piazze italiane, un modo per sensibilizzare, divertendosi, attraverso un laboratorio dedicato al tema”. 

“A Varese torniamo con numerose associazioni che anche quest’anno hanno accolto il nostro invito a sostenere la Giornata della Meraviglia -  dichiara Sonia Milani, presidente dell’associazione 23&20 - e ringraziamo davvero tutte per il sostegno a questo progetto, che ci fa credere che tutte insieme possiamo fare molto. Ringraziamo anche il Comune di Varese per averci concesso il Patrocinio e l’occupazione di piazza San Vittore. Ed invitiamo chiunque voglia sostenere la giornata a farsi avanti, perché ogni goccia è fondamentale per sostenere un’idea come questa”.

Le associazioni che saranno presenti in piazza dalle 10 alle 17 sono: Varese in Maglia, Beauty Lab Kids, Ama, Amnesty International;  Energica–ment con il Ludobus Saturninoe, Assokappa, F.M. Dream Farm con i pony e Speedy Creativa con i laboratori creativi, RobiHood con i suoi disegni.

Le esibizioni degli artisti che si sono prestati gratuitamente per lo scopo: Gerardo Giove con il suo Hagrid di Harry Potter presente in piazza dalle 10 alle 12; Valentin Mufila con l’esibizione di musica tradizionale africana dalle 15 alle 15.30 e  Khoreia compagnia di danze etniche, per un’esibizione di danze dal mondo dalle 16 alle 17. Ci saranno anche al Parco Gioia di Villa Milyus La Casa del Giocattolo Solidale, Cuori eroi e l’Associazione Millepiedi, durante il pomeriggio per attività di animazione.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore