/ Economia

Economia | 20 settembre 2022, 11:31

Sostenibilità: Reti brevetta una soluzione innovativa per la coltura indoor e outdoor di piante e alberi

Il Campus Reti di Busto Arsizio sempre più bello e accogliente per chi ci lavora e lo frequenta grazie alla soluzione innovativa, appena brevettata, nel campo dell'agronica

Reti, soluzione Iot

Reti, soluzione Iot

Reti, tra i principali player italiani nel settore dell’IT Consulting, specializzata nei servizi di System Integration, B Corp e società benefit quotata su Euronext Growth Milan, ha ottenuto, nel mese di agosto 2022, il brevetto per una soluzione innovativa nel campo dell’agronica che, tramite tecnologia IoT, controlla e regola le condizioni di coltura di vegetali erbacei, arbustivi e arborei in ambiente indoor o outdoor. 

L’invenzione industriale, il cui titolo è “Sistema per il controllo delle condizioni di coltivazione di vegetali”, nasce all’interno della visione più ampia dell’azienda il cui punto focale è il Campus Reti: uno spazio, nato da un ex-cotonificio nel centro di Busto Arsizio, che si estende per 20.000 mq con 7 lab progettati secondo moderni criteri di building automation e destinato ad essere un luogo di incontro e lavoro che coniuga tecnologia, arte, innovazione, benessere e sostenibilità.

In questo contesto, il Campus è arricchito con la presenza di alberi da frutto in diverse parti degli spazi indoor, nella consapevolezza che la natura e le sue bellezze possono essere un valido contributo al benessere e all’ispirazione dei dipendenti che quotidianamente vivono l’azienda. Nasce così questa soluzione che si prende cura degli alberi da frutto e allo stesso tempo fa stare meglio le persone.

Il sistema sviluppato da Reti è finalizzato al controllo delle condizioni di coltivazione di vegetali che consente di raggruppare diverse funzionalità quali: il monitoraggio dei parametri (ad esempio: temperatura, umidità, qualità dell’aria, pH del terreno, luminosità, ecc.), l’irradiazione luminosa ed il suo controllo, l’irrigazione e drenaggio ed il controllo dei relativi parametri, la comunicazione, stoccaggio ed elaborazione dei dati monitorati, l’invio di immagini e di messaggi di attenzione, allarme ed istruzione, anche in tempo reale, ad operatori incaricati al controllo della coltivazione dei vegetali, la gestione di un servizio tecnico che da remoto controlli lo stato della coltivazione ed eventualmente intervenga nell’elaborazione dei parametri rilevati e nel controllo dei comandi di attuazione.

Il brevetto ottenuto in Italia, copre l’intero sistema fisico dell’invenzione che comprende: la struttura del vaso, il sistema IoT, il sistema di illuminazione artificiale. La soluzione è replicabile e può essere inoltre modificata e personalizzata in base a specifiche esigenze di clienti e imprese interessate.

“I dipendenti di Reti sono la nostra risorsa più preziosa e ritengo sia molto importante riuscire a creare un ambiente lavorativo che li faccia stare bene e crei positività – sostiene Bruno Paneghini, Presidente e Amministratore Delegato di Reti SpA - Le condizioni degli spazi aziendali favoriscono il benessere delle persone e influiscono sulla produttività: ambienti belli, accoglienti e confortevoli contribuiscono a renderci più felici e di conseguenza a migliorare l’organizzazione che viviamo ogni giorno.

Il Campus Reti, con numerose connessioni con arte e natura, è un luogo di lavoro in grado di fare sentire a suo agio chi lo frequenta. Il progetto – prosegue Bruno Paneghini - che abbiamo sviluppato per gli alberi da frutto, inserito in questa realtà, risponde in aggiunta a richiami in tema di sostenibilità: il sistema, infatti, permette un’ottimizzazione dei consumi di energia e di acqua, verso i quali è necessario prestare attenzione in questo momento particolare che ci ha investito”.

C. S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore