/ Scuola

Scuola | 16 settembre 2022, 12:15

Transizione ecologica: gli alunni della scuola Vidoletti protagonisti di un Centro di Sostenibilità Permanente

Il 19 settembre, a scuola, gli studenti della secondaria presenteranno il lavoro fatto e le proposte rivolte agli adulti per portare un cambiamento migliorativo lungo il corso del Vellone

Transizione ecologica: gli alunni della scuola Vidoletti protagonisti di un Centro di Sostenibilità Permanente

La Cooperativa Totem ha promosso in provincia di Varese con la scuola Vidoletti di Varese il Centro di Sostenibilità Permanente, un progetto che nasce dalla volontà di riportare i ragazzi a essere protagonisti della transizione ecologica e consapevoli dell’importanza della tutela dell’ambiente.

L’esperienza della pandemia ci ha raccontato una volta di più quanto la scuola abbia un ruolo centrale nelle nostre comunità per tutti i ragazzi che ne fanno parte, per le loro famiglie e per tutti gli enti del territorio.

Per questo motivo l’ambizione del progetto è quella di far diventare la scuola un punto di riferimento, per il proprio territorio, di una riconversione ecologica possibile, un Centro di Sostenibilità Permanente, gestito dagli alunni e dagli insegnanti.

Data la sua particolare posizione, la scuola secondaria Vidoletti ha deciso di approfondire i temi della sostenibilità ambientale in particolare in riferimento al torrente Vellone che scorre proprio nei pressi dell’istituto.

Come spiega la dirigente, Silvia Sommaruga: “La scelta di questo argomento è legata alla necessità di fare della scuola il luogo di costruzione di una consapevolezza civica che offra ai ragazzi la possibilità di fare esperienza diretta attraverso iniziative ed attività concrete. Prendersi cura dei luoghi in cui viviamo è un atto di responsabilità, oltre che di amore: l’analisi del corso del torrente e del suo ecosistema hanno suscitato l’interesse e la riflessione degli alunni sui temi dell’Agenda 2030 e in particolare sulla valorizzazione del territorio in cui si vive”.

L’equipe di Totem ha realizzato lo scorso anno scolastico un percorso laboratoriale in quattro classi prime nel quale gli alunni hanno appreso la storia del torrente carsico e ricostruito il suo corso, murato in più tratti per ragioni urbanistiche; hanno sperimentato nuovi approcci allo studio del territorio grazie all’ausilio di carte digitali. L’individuazione di alcune criticità ha suscitato nei ragazzi la volontà di promuovere dei miglioramenti atti a promuovere la conoscenza del Vellone e la sua valorizzazione sia nei suoi aspetti naturalistici che come luogo di socializzazione e benessere.

Chee Mei Hoh di Totem commenta positivamente l’esito del progetto: “È stato emozionante ricostruire al computer il percorso del torrente assieme ai ragazzi; si sono subito interessati e hanno trovato anche delle modalità diverse da quelle a cui avevamo pensato. Gli insegnanti e gli studenti si sono appassionati al tema nelle settimane e questo fa sì che oggi siano loro ad avere “adottato” il torrente e a prenderselo a cuore”.

Preziosa è stata la collaborazione con il Dipartimento di Scienze teoriche e applicate dell’Università dell’Insubria attraverso la formazione sull’uso della cartografia digitale e cartacea curata dal dott. Damiano Preatoni.

Dunque quali sono i prossimi passi da percorrere? È previsto un incontro a scuola il 19 settembre alle 10.30 a cui saranno invitati le rappresentanze degli enti pubblici e delle associazioni, durante il quale gli alunni presenteranno il lavoro fatto e le proposte rivolte agli adulti per portare un cambiamento migliorativo lungo il corso del Vellone.

Il progetto Centro di Sostenibilità Permanente è stato realizzato con la Fondazione Cariplo (Bando My Future 2021) impegnata nel sostegno e nella promozione di progetti di utilità sociale legati al settore dell’arte e cultura, dell’ambiente, dei servizi alla persona e della ricerca scientifica.

C. S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore