/ Cronaca

Cronaca | 08 agosto 2022, 00:15

Recuperato lo speleologo ferito a cento metri di profondità alle Grotte di Remeron: è stato estratto dagli specialisti del Soccorso Alpino e portato in ospedale

L'uomo di 35 anni era rimasto ferito alla testa con un masso. L'allarme è scattato intorno alle 13 e le operazioni di soccorso sono terminate intorno alle 23.30, quando il ferito è stato estratto dalla grotta e accompagnato a valle, prima di essere trasportato da un'ambulanza in ospedale. Al lavoro una task force con esperti del Cnsas arrivati anche da altre regioni

I soccorritori all'interno della grotta

I soccorritori all'interno della grotta

AGGIORNAMENTO ORE 00.15
E’ stato estratto dalla grotta e trasportato in codice giallo in ospedale lo speleologo ferito con una roccia alla testa mentre si trovava, domenica mattina, all’interno delle grotte di Remeron, al Campo dei Fiori, nel territorio di Comerio. Intorno alle 23.30 di domenica, dopo quasi dodici ore di lavoro, gli uomini del Soccorso Alpino lo hanno riportato in superficie: l’infortunato è stato raggiunto da un medico del Cnsas - Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico.
Dopo avere verificato le condizioni del giovane, ha ritenuto che fosse in grado di muoversi e di procedere senza la necessità di utilizzare la barella. L'uomo è stato quindi accompagnato verso l'uscita, sempre monitorato dai sanitari del Cnsas e continuamente assistito dai tecnici.
Nei tratti verticali e in quelli più complessi è stato predisposto anche un sistema di contrappeso, che permette di evitare ulteriori sforzi e affaticamenti. Alle operazioni hanno partecipato i tecnici di soccorso speleologico della IX Delegazione lombarda, insieme con i colleghi del Cnsas arrivati da Piemonte, Veneto, Liguria, Trentino, Valle d’Aosta e Toscana; presente anche la componente di soccorso alpino della XIX Delegazione Lariana, Stazione di Varese.

AGGIORNAMENTO ORE 19.30
Sono ancora in corso le operazioni di recupero dello speleologo di 35 anni rimasto ferito all'interno delle Grotte di Remeron a circa cento metri di profondità. L'uomo, feritosi con una roccia e valutato dai soccorritori in codice giallo (quindi non in pericolo di vita), è stato raggiunto dagli operatori del Soccorso Alpino che lo stanno portando in superficie. Un'operazione particolarmente laboriosa e lunga, vista la conformazione della grotta. Sul posto è stato allestito un campo base e stanno operando diversi soccorritori: oltre alle squadre lombarde, già presenti e operative, sono partite per Comerio anche i soccorritori delle delegazioni speleologiche Cnsas di Piemonte, Liguria, Veneto e Trentino. Stanno intervenendo anche le squadre della parte alpina della Stazione di Varese, XIX Delegazione Lariana.

ORE 17
Uno speleologo è rimasto ferito nella giornata di oggi durante l'esplorazione della Grotta di Remeron, al Campo dei Fiori, nel territorio di Comerio. L'uomo, 35 anni, si è ferito con una roccina mentre si trovava in una forra a un centinaio di metri di profondità.

Chi era con lui è salito in superficie dando l'allarme, scattato intorno alle 13. Sul posto è quindi intervenuto con diversi uomini il Soccorso Alpino della XIX Delegazione Lariana che ha iniziato le operazioni di discesa per raggiungere lo speleologo infortunato. A quel punto sono iniziate le operazioni di risalita, rese particolarmente difficoltose dalla conformazione della grotta.

L'uomo non sarebbe comunque in gravi condizioni: all'intervento, che al momento risulta ancora in corso, è stato assegnato infatti il codice giallo. Sul posto è presente un'ambulanza e le forze dell'ordine.

(seguono aggiornamenti)

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore