/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 06 agosto 2022, 09:04

Busto, da pizzeria confiscata alla mafia ad alloggi per i bisognosi

La ristrutturazione degli immobili di via Quintino Sella è quasi terminata. Due locali accoglieranno persone in situazione di disagio sociale o economico, mentre al piano terra verrà ospitato un soggetto del privato sociale

Busto, da pizzeria confiscata alla mafia ad alloggi per i bisognosi

Visto che i lavori di ristrutturazione degli immobili confiscati alla criminalità organizzata sono in fase di ultimazione, questa settimana la giunta ha confermato la destinazione delle unità immobiliari di via Quintino Sella a finalità prettamente sociali e, nello specifico,  per quanto concerne il monolocale e il bilocale siti al primo piano, ad accoglienza abitativa temporanea di soggetti in stato di bisogno identificati dall’assessorato all’Inclusione Sociale sulla base dell’emergenza e delle condizione di grave disagio sociale ed economico o di estrema povertà, ovvero a genitori separati o donne vittime di violenza.

Per quanto riguarda l’unità immobiliare a piano terra, sarà avviata a breve una procedura ad evidenza pubblica: lo spazio sarà concesso in comodato d’ uso gratuito per la durata di tre anni ad un soggetto del privato sociale disponibile a svolgere un ruolo solidale e di supporto nei confronti delle famiglie accolte negli appartamenti, anche con azioni sussidiarie di buon vicinato in stretta collaborazione con i Servizi Sociali.

L’amministrazione aveva deciso di procedere alla ristrutturazione dei locali, per poter rispondere alla necessità di accoglienza temporanea di persone o famiglie in casi particolarmente gravi o urgenti: il costo della ristrutturazione, pari a 138.000 euro, è stato finanziato dalla Regione per 66.274 euro.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore