/ Varese

Varese | 05 agosto 2022, 13:13

“In viaggio per la vita”: in un libro le imprese solidali del vespista Alessandro Pozzi per i bambini dell’Oncoematologia pediatrica di Varese

L’intero ricavato destinato alla ristrutturazione dell’immobile di Largo Flaiano, pronto a diventare "Il Faro". «L’unica cosa che sapevo era che la mia impresa sarebbe stata benefica» scrive l'autore jeraghese. Prefazione dell'ex ginnasta olimpico gallaratese, Boris Preti

“In viaggio per la vita”: in un libro le imprese solidali del vespista Alessandro Pozzi per i bambini dell’Oncoematologia pediatrica di Varese

Dopo aver girato per le strade di mezza Europa e aver attraversato perfino le acque del Lago Maggiore in sella alla sua Vespa, il vespista jeraghese Alessandro Pozzi ha deciso di raccontare le sue imprese solidali nel libro “In viaggio per la vita”, appena pubblicato.

L’intero ricavato del libro, proprio come le raccolte fondi promosse con i suoi incredibili viaggi, andrà a Fondazione Giacomo Ascoli, realtà che da oltre 15 anni si occupa dei bambini in cura all’Oncoematologia pediatrica di Varese e delle loro famiglie per migliorarne le cure e garantire loro sostegno psicologico e migliore qualità di vita durante le cure.

Fresca nella memoria è l’ultima impresa di Alessandro, che l’anno scorso ha compiuto La traversata per la vita, attraversando il Lago Maggiore in sella alla sua “Peraspera”, una Vespa classe 1959, tutta originale, alloggiata su un pattino di salvataggio anni ‘60 in servizio per decenni sulla riviera romagnola. Un’esperienza emozionante che ha appassionato vespisti e turisti sulle due sponde del Verbano, da Cannero Rivera, da dove è partito, fino a Luino, dove è stato accolto da una vera festa.

L’introduzione del libro è del campione italiano ed europeo della ginnastica artistica maschile, il gallaratese Boris Preti, che condivide lo spirito dell’impresa nello sfidare i propri limiti, a maggior ragione se motivata dalla solidarietà.

«Come avrei fatto ad attraversare il lago con la mia vespa? Non lo sapevo ancora – scrive Alessandro nel libro - L’unica cosa che sapevo era che la mia impresa sarebbe stata benefica».

Ma nel libro ci sono anche racconti di incontri, persone, e viaggi a spasso per mezza Europa, fino a raggiungere Chernobyl (due volte) e arrivare al Circolo polare artico, verso Nord. Migliaia di chilometri percorsi per solidarietà, sempre a bordo di inarrestabili vespe storiche. Tutto documentato con foto dai paesaggi mozzafiato, racconti e aneddoti speciali.

L’intero ricavato del libro sarà destinato alla ristrutturazione dell’immobile di Largo Flaiano, pronto a diventare "Il Faro", un approdo sicuro per chi si prende cura dei bambini con patologie oncoematologiche: famiglie, ricercatori, specializzandi e associazioni.
La pubblicazione del libro, come le imprese di Alessandro Pozzi, sono sostenute da Fondazione Motociclistica Italiana, Moto club Nino Manzoni e Radio Number One.
Il libro è già disponibile per l’acquisto. Per prenotare una copia del libro: https://bit.ly/3d56NYD.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore