/ Calcio

Calcio | 02 agosto 2022, 16:43

Non solo campagna abbonamenti: il Varese sdogana il suo azionariato popolare

I tifosi biancorossi avranno tre possibilità di vivere il loro amore sportivo quest'anno: la semplice tessera annuale, con costi invariati rispetto alla scorsa stagione, la formula "Biancorosso", che prevede un apporto doppio e la condivisione di piccole scelte societarie, e quella "Sostenitore", da 10 mila euro in su per avvicinarsi «all'entrata in società». Il presidente Amirante: «Vedremo la risposta della gente: ci siamo e ci saremo indipendentemente da tutto, ma ora vogliamo capire chi è davvero con noi...»

Non solo campagna abbonamenti: il Varese sdogana il suo azionariato popolare

“Il tuo posto è qui… al nostro fianco” è uno dei claim scelto dal Città di Varese per la campagna abbonamenti 2022/2023. Campagna abbonamenti? No, in realtà è qualcosa di più…

«Vogliamo aprire la strada per una partecipazione più attiva del territorio alle vicende economiche e decisionali della nostra società - annuncia il presidente Stefano Amirante - Noi ci siamo, ora vogliamo vedere chi ha voglia di seguirci».

Si parla di azionariato popolare nei dintorni del Franco Ossola. O quantomeno un albore dello stesso, prendendo spunto anche dalle esperienze analoghe nel mondo del calcio dilettantistico e del basket varesino («Il Basket Siamo Noi? Conosco il presidente Argieri: ciò che fanno loro può essere un esempio e una meta, ma per adesso abbiamo inteso proporre una formula più attuale e light…»), così come dei fan token ormai diffusi nella serie A del pallone.

Fatto è che quest’anno chi ama il Varese avrà tre possibilità distinte per scegliere come viverlo.

La prima è quella del “Tifoso”, con il semplice abbonamento: costi invariati rispetto al 2021/2022 (200 euro la tribuna centrale, 150 la laterale, 95 i distinti: previste le riduzioni under 16 e over 70) e tutte le partite giocate in casa comprese nel costo, tranne una che corrisponderà alla “giornata biancorossa”. 

La seconda è quella “Biancorosso”. Eccola la prima formula di azionariato popolare applicata al calcio varesino: in questo caso l’abbonamento costa il doppio (centrale 500 euro, laterale 300, distinti 180), ma chi sottoscrive la tessera avrà un coinvolgimento in più oltre al posto garantito allo stadio. «I “Biancorossi” - scrive la società sul brochure dedicata - verranno interpellati per scelte strategiche: quali e quante dipenderà dall’adesione, più alta sarà, più scelte verranno condivise. La prima sicuramente sarà quella di individuare quale partita far corrispondere alla “giornata biancorossa”, ma potrebbero entrare nel novero anche la scelta dei colori della terza maglia e l’allestimento degli eventi natalizi".

«Perché abbiamo fatto questo passo? Perché nel mese e mezzo in cui si è parlato di serie C noi abbiamo dimostrato di esserci e così, in qualche modo, il Comune… Ora vogliamo vedere cosa intendono fare i tifosi - arringa Amirante - Se l’esperienza avrà un seguito, la renderemo più solida e ci apriremo all’azionariato popolare, altrimenti eviteremo di spendere risorse ed energie per un qualcosa che i nostri supporter non percepiscono come esigenza…».

La terza è, infine, quella del “Sostenitore”. In questo caso il modello diventa il consorzio: l’offerta si apre sia alle aziende che ai privati. Il contributo base è di 10 mila euro, dà diritto a quattro posti di tribuna centrale personalizzati e, soprattutto, a un vero e proprio “avvicinamento alla gestione della società”, la quale fornirà ai sottoscrittori informazioni periodiche sulla gestione economica, oltre alla chance di interfacciarsi con l’organizzazione di iniziative e piccoli eventi.

L’obiettivo non celato è di portare coloro che vorranno intraprendere tale sentiero anche all’acquisto di quote societarie: «Non solo è un modo di far conoscere il Varese a tutti coloro che hanno i mezzi e possono essere interessati a sostenerlo - spiega il presidente - ma anche la prova della nostra assoluta trasparenza, una trasparenza che non è mai stata così limpida nel calcio a Varese».

«Voglio pure sottolineare questo - continua - Anche se le nostre proposte dovessero avere impatto zero, il nostro impegno non cambierà di una virgola. Non è un aut aut, del tipo “o ci aiutate, o molliamo”. Noi ci siamo, vogliamo solo vedere chi è con noi».

La campagna abbonamenti così strutturata inizierà domani: fino al 7 agosto varrà la prelazione sul proprio posto per tutti gli abbonati della scorsa stagione, con il centro sportivo delle Bustecche aperto per la sottoscrizione delle tessere “Tifoso” (per le altre due tessere la società invita a chiamare il numero 0332/1301356 o scrivere a biglietteria@cittàdivarese.it) dalle 10 alle 12 e sabato dalle 15 alle 17. Dall’8 agosto fino al giorno prima dell’esordio casalingo in campionato via alla sottoscrizione libera, sia online che di persona alle Bustecche in concomitanza con gli allenamenti della prima squadra, sempre e solo per le tessere “Tifoso”.

Altre due piccole news. La prima: la nazionale under 20 dell’Italia giocherà al Franco Ossola in amichevole contro la Svizzera il 27 settembre. «Ci ha scritto il presidente della FIGC Gravina personalmente per comunicarcelo e mi ha fatto piacere: è un riconoscimento all’esistenza del Varese. Li aiuteremo a trovare i campi di allenamento, dello stadio poi se ne occuperà il Comune…». La seconda notizia: l’under 17 del settore giovanile verrà iscritta al campionato under 18, sotto età quindi. 

Files:
 Campagna abbonamenti CDV (21 MB)

F. Gan.


Vuoi rimanere informato sul Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE CALCIO
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE CALCIO sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore