/ Calcio

Calcio | 29 luglio 2022, 18:18

VIDEO. Stupore, complicità, fame: alla Varesina scocca la scintilla giusta. «Scelti gli uomini, non i nomi. Vorremmo tanti derby, biglietti alla portata di tutti»

Max Di Caro alla presentazione dell'avventura in serie D dei rossoblu: «Nuova tribuna da 450 posti perché abbiamo un sogno nel cassetto. Giocatori a contatto con il vivaio e 700 tesserati allo stadio, così si crea identità». Spilli: «Mix giusto, conteranno le motivazioni». Scandola e Micheli: «Prima di tutto il discorso umano». I video con le parole di Gasparri, Poesio, Malvestio e Spadavecchia

Da sinistra Gasparri, Poesio, Malvestio e Spadavecchio. Sotto in gallery la foto squadra, Max Di Caro e Spilli, Scandola e Micheli

Da sinistra Gasparri, Poesio, Malvestio e Spadavecchio. Sotto in gallery la foto squadra, Max Di Caro e Spilli, Scandola e Micheli

Quando l'ambiente in una squadra di calcio è entusiasmante come quello trovato oggi alla Varesina, magari non c'è la certezza di vincere le partite ma nei momenti duri come quelli che sicuramente arriveranno, sarà più facile fare gruppo e uscirne

Il mix tra certezze e novità che, in realtà, sono altrettante certezze trascina l'inizio stagione rossoblu, dove anche le parole contano, se sono le parole giuste come quelle ascoltate a Venegono, accompagnate da una scintilla che è un mix di fame, entusiasmo e complicità. Se la prima sensazione conta qualcosa, e per noi conta, è davvero positiva come quella che si respira qui a ogni livello tra chi sta bene assieme non tanto per costrizione o per contratto, ma perché fa piacere essere esattamente proprio e solo qui.

«Partiamo per stupire» ribadisce il direttore generale Max Di Caro il giorno della presentazione ufficiale, mentre il rumore dei trattori e dei lavori arriva dal campo e dallo stadio, dove verrà costruita una nuova tribuna da 450 posti che verrà inaugurata a settembre «per avere una struttura pronta per il nostro sogno nel cassetto... vorremmo avvicinare sempre più gente: abbiamo 700 tesserati, la prima squadra andrà in mezzo alle giovanili. Così creiamo appartenenza».




«Abbiamo lavorato con calma alla squadra e programmato bene questa stagione, con sicurezza e tempismo anche grazie ad Andrea Scandola e Damiano Micheli - ha detto ancora Di Caro - sappiamo le difficoltà da neopromossa ma siamo sereni ed entusiasti».

A chi gli chiede degli abbonamenti e del pubblico, dopo gli oltre 700 spettatori presenti nella gara promozione, Di Caro risponde stupendo: «Andiamo controcorrente e non parliamo di tessere o prezzi perché sappiamo le difficoltà del momento per tante persone. Probabilmente avremo solo biglietti d'ingresso a portata di tutti». 

Mister Spilli va al sodo: «Torniamo in una categoria che abbiamo già fatto, abbiamo aggiunto tecnica e dovremo correre di più. C'è il giusto mix tra il nocciolo duro del nostro spogliatoio e nuovi elementi che hanno fame, al di là dell'esperienza: ci sono giocatori importanti come Grieco e Gasparri, alcuni hanno vinto tutto e altri magari sono retrocessi o arrivano dall'Eccellenza. A tenere assieme tutto dovrà essere la motivazione».



Sul mercato la Varesina è partita prestissimo e manca ormai poco (una punta centrale forte e un altro paio di under) per completare il mosaico, come spiega il responsabile dell'area tecnica Andrea Scandola: «Non abbiamo guardato i nomi o la classifica finale delle società in cui giocavano i giocatori scelti, ma abbiamo visto tante partite e guardato chi voleva sacrificarsi e soffrire, pur con dentro un'ambizione e la voglia di essere alla Varesina. Abbiamo cercato e voluto chi è qui, non chi non voleva venire qui».

Damiano Micheli, il ds, ha aggiunto: «Il discorso umano e la fame sono le caratteristiche che hanno tutti i giocatori che siamo andati a prendere. Se tutto s'incastra, visto che abbiamo cambiato il 60% della rosa puntando sul carattere, possiamo fare qualcosa di bello».



«Gasparri è un giocatore di esperienza, aveva altre offerte ma voleva venire da noi e ci abbiamo messo poco a metterci d'accordo con lui - dice ancora Di Caro - il progetto e la maglia vengono riconosciuti. La stessa cosa vale per Grieco che aveva altre richieste dopo un campionato a Recanati in D dove ha vinto tutto. Poche trattative o cose strane: hanno contato voglia, fame e causa da sposare. Abbiamo lasciato perdere chi non era convinto o non aveva carattere».



Luca Malvestio, che arriva dal Verbano (miglior centrocampista d'Eccellenza, seppur a 24 anni, e simbolo di radici, fatica e classe con tanti gol nel carniere), rappresenta un condensato di gavetta e umiltà, forse addirittura del mercato della Varesina: «Era un ragazzo che meritava questa opportunità» ha detto Micheli. «Trattativa anche difficile - ha aggiunto Di Caro - a Pietro Barbarito vogliamo tutti bene e sappiamo quanto lui volesse bene a Malvestio...».



Per quanto riguarda i gironi, Di Caro non ha preferenze tra A (più aggressivo) o B (più bello e spettacolare): «Siamo contentissimi di essere tornati in questa categoria, arrivare terzi, quinti o sesti nel girone A o B poco importa. Vogliamo stupire anche se, visto che tutti dicono di voler vincere, noi aggiungiamo solo che la vittoria è un sogno (nel cuore di chi lotta). Ecco, vorrei essere in un girone in cui ci sono tanti derby: con Legnano, Varese, Castellanzese, Caronnese... anche se molto probabilmente non sarà così».



Capitolo amichevoli: domani alle 18 a Vedano prima sgambata con il Novazzano (seconda lega svizzera), mercoledì 3 agosto alle 18 test importante a Lecco, mercoledì 10 con l’Alcione a Vedano (ore 17 o 18) e sabato 13 amichevole con una squadra di C.

Le parole del bomber Gasparri, del vincente Poesio, del predestinato Malvestio e dell'eterno Spadavecchia



Andrea Confalonieri


Vuoi rimanere informato sul Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE CALCIO
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE CALCIO sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore