/ Attualità

Attualità | 23 luglio 2022, 07:53

L'Italia che brucia, 4mila interventi in più rispetto al 2021. La più colpita la Sicilia, il caso di Roma

Dal 15 giugno al 21 luglio sono state 32.921 le operazioni di spegnimento nei boschi eseguite dai vigili del fuoco

L'incendio a Roma - foto vigili del fuoco

L'incendio a Roma - foto vigili del fuoco

Un dato drammatico, che tocca tutta l'Italia, anche se prima è la Sicilia. Ieri giornata impegnativa anche a Roma, nella pineta a Castel Fusano. Dal 15 giugno al 21 luglio sono stati 32.921 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco per incendi boschivi e di vegetazione in genere, 4.040 in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando furono 28.881.

Impegnati complessivamente nelle operazioni di spegnimento 141.566 vigili del fuoco, 53.587 i mezzi impiegati, per un totale di 39.753 ore d’intervento. Nello stesso periodo dello scorso anno furono 131.710 i vigili del fuoco e 50.724 i mezzi impiegati, 33.795 le ore di intervento.

Il maggior numero di incendi si registra in Sicilia, dove i vigili del fuoco hanno effettuato 6.534 interventi. Le altre regioni maggiormente colpite dagli incendi sono state la Puglia (5.134), il Lazio (4.799), la Calabria (3.195), la Campania (2.730) e la Toscana (1.529). 

Proprio in Toscana, domate le fiamme a Massarosa, quel che resta del bosco è tristezza pura. In Friuli Venezia Giulia e Slovenia situazione ancora tormentata. Ieri per i vigili del fuoco lotta contro il rogo di nuovo a Roma, nella pineta di Castel Fusano.

GUARDA IL VIDEO

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore