/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 07 luglio 2022, 08:59

Quale futuro per la cascina Burattana? Il caso torna in consiglio

Il gruppo Popolo, Riforme e Libertà interviene nuovamente sulla struttura di Borsano, segnalando un «aggravarsi dello stato di abbandono» e rivolgendo una serie di interrogativi all’amministrazione

Quale futuro per la cascina Burattana? Il caso torna in consiglio

Quale futuro per la cascina Burattana? Il gruppo Popolo, Riforme e Libertà interviene nuovamente sulla struttura di Borsano, attraverso un’interrogazione dei consiglieri Emanuele Fiore, Gigi Farioli e Giuseppina Lanza.

Nel testo si parla di «un monumento storico che ha subito, nel tempo, un sempre più evidente stato di abbandono, incuria e degrado fino a diventare pericolante al punto di doverlo transennare», sottolineando che «recenti segnalazioni evidenziano un ulteriore aggravarsi dello stato di abbandono e, la presenza di abusivi che cercano riparo nei suoi locali, a elevato rischio di crollo, non fa che aumentare la possibilità di incidenti».

Il gruppo di opposizione cita l’esposto presentato dall’associazione “Amici della Terra” per denunciare la pericolosità dell’edificio e ricorda che «il programma elettorale del sindaco Antonelli prevede la riqualificazione della Cascina Burattana».

Ma, si legge ancora, a quanto risulta questa «non è stata inserita nei progetti di rigenerazione urbana da finanziare con i fondi del Pnrr» e «non è stato presentato un progetto nel bando di Regione Lombardia», con scadenza gennaio 2022, per la valorizzazione del patrimonio pubblico lombardo.

«Nel mese di dicembre 2021 – ricorda Fiore con i colleghi – era stata presentata una mozione dal nostro gruppo, accolta all’unanimità dal consiglio come raccomandazione e con il parere favorevole del sindaco e della giunta che si impegnavano a trattare tempestivamente in commissione con una relazione approfondita sullo stato dell’arte e sulle prospettive della cascina».

Gli esponenti della minoranza chiedono dunque al primo cittadino «se intenda dare seguito, e con quali tempi, a questa relazione approfondita; se intenda inserirla tra i progetti di rigenerazione urbana e raccogliere progetti interessati alla ristrutturazione dello stabile e alla valorizzazione di tutta l'area agricola».

E, infine, se voglia «nel frattempo, mettere in sicurezza l’area impedendo davvero l’accesso ad abusivi o ragazzi, evitando quindi il rischio di incidenti».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore