/ Eventi

Eventi | 06 luglio 2022, 10:52

Tutto pronto per la Notte Bianca: Somma Lombardo torna agli anni Sessanta

Negozi aperti fino a tardi, esibizioni e performance in diversi punti della città, street food e musica rigorosamente anni '60. Presentarsi con dress code appropriato, premiazione finale. Appuntamento il 9 luglio per un evento che rimarrà nei ricordi dei sommesi

Tutto pronto per la Notte Bianca: Somma Lombardo torna agli anni Sessanta

È tutto pronto a Somma Lombardo per la Notte Bianca del prossimo 9 luglio, un evento che ha richiesto mesi di preparativi e ha coinvolto istituzioni e commercianti, nel tentativo di dare un segnale forte e positivo di ripresa dopo i due anni di pandemia.

«Siamo pronti e carichi per questo evento che abbiamo atteso e preparato così a lungo – è il commento dell’assessore alle Attività Economiche e Turismo, Francesco Calò – una notte in cui davvero potremo riappropriarci della nostra città e dei suoi spazi».

Un evento itinerante che si snoderà in diversi punti della città legati dal filo rosso del Sempione, che per l’occasione sarà chiuso al traffico veicolare già a partire dalle ore 13.

I parcheggi consigliati sono: Area Mercato; esterno Gigante (il parcheggio sotterraneo chiuderà regolarmente alle ore 22), Ospedale e via Fuser, Stazione, Ex Carrefour, Corso Europa, Corso Repubblica oltre che la zona delle Scuole Macchi.

Dal parcheggio Area Mercato sarà in funzione una navetta gratuita che porterà i passeggeri in via Roma mentre dal parcheggio del Gigante la navetta andrà in direzione Ospedale.

«Chiediamo ai concittadini la collaborazione e il rispetto delle zone di sosta vietata per permettere l’allestimento nei vari punti degli stand e dei set dove avverranno le performance e dove saranno posizionati i tavoli per il ristoro».

L’organizzazione della notte Bianca ha coinvolto il Comune di Somma Lombardo, Confcommercio Ascom Gallarate, il distretto del Commercio Ticino Malpensa, Naturcoop e La Cattedrale, con la messa in campo di tutte le forze a disposizione per rendere l’evento unico. Grazie alla collaborazione dei commercianti i negozi saranno aperti fino a tardi e grazie alla partecipazione del VAMS sarà, inoltre, predisposta un’esposizione di auto e moto storiche.

In diversi luoghi della città saranno allestiti veri e propri set a tema anni ‘60, in cui si susseguiranno performance e spettacoli dalle 17 fino alla mezzanotte.

Dress code per i partecipanti: vestiti e accessori Anni ’60 con premiazione finale per i meglio vestiti in Piazza Vittorio Veneto.

Ecco il programma in dettaglio:

Inaugurazione dell’evento in Piazza Vittorio Veneto alle ore 17 con Rudy Neri e un palco a disposizione per cantare col karaoke, ballare e divertirsi con il rock anni ’60 suonato dal vivo da Elia.

In Piazza Pozzo prenderà vita un vero e proprio villaggio Hippy con musica dal vivo, tavoli all’aperto per il punto ristoro e l’immancabile musica anni ’60 live e vinili con Christian Chichouse e Beppe Live.

In Piazza Scipione gare di ballo ed esibizioni di boogie-woogie & Rock n’Roll acrobatico con special guest Simone di Gregorio.

In via Mameli negozi di moda, make up e art tatoo per ricreare lo stile iconico degli anni ’60 e per mettersi alla prova con il laboratorio tessile dell’Associazione casa di Marina.

Lungo via Milano spazio allo Street Food, con numerosi tavoli di ristoro e l’accompagnamento musicale sempre in stile anni ’60 della Blumovida Band; un vero e proprio beach party con pinne, fucile ed occhiali proprio come recitava la celebre canzone di Edoardo Vianello; l’atmosfera sognante di Audry Hepburn in colazione da Tiffany.

Negli spazi de La Cattedrale ritorno a Woodstock 1969. Rivivere l’evento clou degli anni ’60 dal punto di vista della musica rock non solo sarà possibile ma d’obbligo. Spazio dedicato anche ai bimbi con una zona dedicata per giocare, colorare e divertirsi con animazione e sorprese. Evento realizzato in collaborazione con la Compagnia Quelli del ’63.

Il Castello Visconti di San Vito sarà aperto dalle 21 alle 23 con visite guidate (costo 5 euro) ogni mezzora per un massimo di 20 persone per turno, durante le quali sarà proiettato un filmato degli anni ’60 realizzato dalla televisione Svizzera in lingua francese con sottotitoli in Italiano e sarà possibile fare un salto indietro nel tempo con l’album di famiglia delle foto dell’ultimo marchese risalenti proprio agli anni ’60.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore