/ Territorio

Territorio | 18 giugno 2022, 12:03

Comerio, festeggiano la fine della scuola arrampicandosi sui monumenti di Villa Tatti. «Hanno messo in pericolo se stessi e un bene comune. Li identificheremo»

L'amministrazione denuncia l'episodio avvenuto in uno dei parchi più belli del Varesotto: «Stiamo verificando eventuali danni e responsabili attraverso le immagini della videosorveglianza. Dopo la "festa", rifiuti abbandonati»

Foto tratte dalla pagina Facebook del Comune di Comerio

Foto tratte dalla pagina Facebook del Comune di Comerio

Per festeggiare la fine della scuola si arrampicano sui monumenti del parco di Villa Tatti ma le telecamere di videosorveglianza li riprendono: ora l'amministrazione di Comerio sta valutando eventuali danni per risalire ai responsabili, che hanno messo in pericolo anche la propria incolumità e hanno abbandonato i resti della "festa" deturpando uno dei parchi più belli del Varesotto.

«Siamo venuti a conoscenza che qualche sera fa un gruppo di ragazzi ha festeggiato la fine della scuola nel parco di Villa Tatti e che in quell'occasione si sono messi in pericolo arrampicandosi sulle strutture storiche - scrive l'amministrazione di Comerio - La festa è terminata con l'abbandono di abbondante spazzatura nel parco, prontamente rimossa dal nostro operatore». 

«È bello che il nostro parco, come altri luoghi comuni, vengano vissuti dai cittadini ma è responsabilità di ciascuno goderne senza causare danni ai beni comuni e a se stessi - prosegue ancora la nota dell'amministrazione - Sono in corso le operazioni di identificazione delle persone coinvolte e le verifiche in merito ad eventuali danni, da parte delle forze dell'ordine, anche grazie alla videosorveglianza della zona».

«Confidiamo nel buon senso di tutti i fruitori affinché episodi analoghi non si ripetano più - la conclusione - Siamo molto fortunati ad abitare in posti incantevoli che meritano rispetto e cura».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore