Salute - 16 giugno 2022, 11:08

“La Salute Mentale: il ruolo della rete territoriale”: un convegno per parlarne a Samarate

L'amministrazione comunale della città ha proposto il primo appuntamento per informare la cittadinanza dell’esistenza e dell’efficacia della rete territoriale per la salute mentale e le fragilità sociali

La vicesindaco Nicoletta Simona Alampi

La vicesindaco Nicoletta Simona Alampi

Si è svolto ieri sera, 15 giugno, il convegno dal titolo “La Salute Mentale: il ruolo della rete territoriale” organizzato dall’amministrazione comunale di Samarate per informare la cittadinanza dell’esistenza e dell’efficacia della rete territoriale per la salute mentale e le fragilità sociali, con particolare riferimento alle famiglie e ai minori. Promotrice dell’iniziativa il vicesindaco e delegata alla Famiglia e Assistenza sociale Nicoletta Simona Alampi che ha fatto gli onori di casa. Hanno portato i saluti istituzionali il Presidente della Commissione Sanità e Politiche Sociali della Lombardia, Emanuele Monti, e il deputato Leonardo Tarantino. Tra i relatori Lara Ferrari, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale e delle dipendenze Asst Valle Olona, Andrea Calcaterra, Dirigente Psicologo Asst Valle Olona e Patrizia Corbo, Presidente del Piccolo Principe di Busto Arsizio. A moderare la serata il giornalista Andrea Della Bella. 

«I bisogni sociali emergenti negli ambiti del disagio mentale e delle dipendenze hanno bisogno di risposte immediate - dichiara Emanuele Monti -. Regione Lombardia è costantemente al lavoro per rafforzare la propria azione nel campo dell’assistenza psichiatrica, psicologica e di contrasto alle dipendenze e al disagio sociale tramite un rafforzamento della medicina territoriale. Nelle case di comunità, previste dalla recente riforma sanitaria regionale, verrà ulteriormente valorizzata la figura dello psicologo quale risorsa per la comunità intera a fianco delle altre figure professionali sanitarie. Molto importante anche l’apporto del terzo settore e del privato che nell’ambito socioassistenziale ricopre un ruolo fondamentale nella rete d’offerta lombarda». 

«Quello di ieri sera - dichiara Nicoletta Simona Alampi - vuole essere il primo di vari appuntamenti che l’Amministrazione proporrà sulla tematica per non abbassare mai l’attenzione e cercare in questo modo di ridurre lo stereotipo e il pregiudizio che troppo spesso caratterizzano il tema».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU