/ Storie

Storie | 16 giugno 2022, 20:30

L'ospedale e la mobilitazione per il voto: «C'è chi ha voluto esercitare il suo diritto fino all'ultimo»

A Busto - dove ha votato il 18,38% degli elettori - l'Asst ringrazia il personale che si è impegnato per il corretto svolgimento del referendum. Con storie di coscienza civica che inducono a riflettere

foto da Asst Valle Olona

foto da Asst Valle Olona

Dodici giugno, a Busto vanno a votare per il referendum 11.687 persone: in pratica il 18.38% degli aventi diritti al voto. Una percentuale molto bassa. C'è  invece chi ha scelto di non votare come strategia in ottica di mancato raggiungimento del quorum e chi non era interessato o aveva altri motivi. Ma anche alle scorse amministrative - appuntamento elettorale tra i maggiormente sentiti - aveva espresso la propria preferenza circa il 45%, rivelando una disaffezione in costante aumento.

C'è un luogo però dove il voto è stato un atto di coscienza civica a maggior ragione, di determinazione. L'ospedale. E un reparto in particolare, induce a riflettere.

La storia è emersa oggi attraverso un ringraziamento dell'Asst Valle Olona ai colleghi impegnati per permettere ai degenti di votare in tutti i presidi ospedalieri. In questo messaggio, si dà parola a Cristina Vasile, coordinatrice dell'Organizzazione Logistico Strumentale per l'ospedale di Busto Arsizio.

«Questi tre giorni per me sono stati il compimento e la realizzazione dello scopo che ad ogni Elezione e Referendum mi prefiggo: permettere ai degenti di manifestare il diritto di voto nel luogo dove sono in quel momento, cioè in ospedale...» racconta. E poi aggiunge: «In questi anni la cosa che più mi ha emozionato in positivo è stata vedere che anche alcuni pazienti degenti presso l'Hospice... fino all'ultimo... hanno esercitato il diritto di voto con il desiderio di difendere questo grande diritto acquisito».

Ma. Lu.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore