/ Territorio

Territorio | 08 giugno 2022, 06:30

Carenza di medici di base, problema sentito a Fagnano. Lettera dell’amministrazione ad Ats e Asst

L’assenza di medici di base si fa sentire anche a Fagnano Olona, dove altri due dottori sono in procinto di andare in pensione. L’amministrazione comunale si è rivolta ad Ats Insubria e Asst Valle Olona

L'assessore Dario Moretti

L'assessore Dario Moretti

Un problema che riguarda tutta la Lombardia: l’assenza di medici di base. Nonostante i bandi, infatti, c’è una diminuzione drastica di medici che vogliono svolgere questa professione. E, oltre ai dottori che sono già andati in pensione, a Fagnano Olona a breve altri due lasceranno il posto.

I cittadini se ne lamentano con il Comuna perché, come ha spiegato il sindaco Marco Baroffio, «pensano che l’amministrazione possa fare qualcosa, ma non è così. Ats e Asst fanno la loro strada. I cittadini, però, ovviamente si interfacciano con l’amministrazione comunale».

Amministrazione che ha deciso di scrivere una lettera sulla questione ad Ats Insubria e Asst Valle Olona: «Abbiamo fatto uno studio approfondito – ha raccontato Dario Moretti, assessore ai Servizi Sociali – Svolgendo qualche ricerca sul sito di Regione Lombardia ci siamo resi conto che già a giugno 2021 si parlava della crisi dei medici, dei bandi fatti a vuoto e di argomenti inerenti. Facendo leva su questa notizia pubblica, abbiamo scritto con il sindaco a Asst, Ats e a tutti gli attori possibili per chiedere aiuto. Perché la cittadinanza chiede aiuto al sindaco e lui fa quel che può».

Dopo la lettera qualcosa è cambiato: c’è stata infatti una veloce sostituzione fino a fine giugno di un medico che è andato in pensione. Il sindaco si augura possa essere una soluzione a lungo termine: «Speriamo che quel qualcosa che si muove sia una soluzione stabile per i prossimi anni e non una soluzione tampone». Anche perché non per tutti è facile spostarsi dal proprio comune per farsi visitare. E la carenza di dei medici di base porterebbe i cittadini a recarsi al pronto soccorso e in guardia medica.

L’amministrazione comunale aveva comunque atteso del tempo prima di scrivere la lettera, in quanto a ottobre 2021 Fagnano era stato individuato come comune adatto ad avere una Casa di Comunità. «Alla prima riunione a cui abbiamo partecipato – ha spiegato l’assessore Moretti – la ristrutturazione era prevista per il 2022, alla seconda per il 2023, alla terza per il 2024. A quel punto, tutti i ragionamenti che avevamo fatto sulle possibilità che avrebbe potuto darci la Casa di Comunità sono saltati».

Michela Scandroglio

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore