/ Economia

Economia | 06 giugno 2022, 22:06

Anche il design fa incontrare Italia e Svizzera: «Insieme squadra vincente»

VIDEO. Dal ministro Berset che scherza ricordando una Milano un tempo elvetica all'ambasciatore Monica Schmutz Kirgöz che dice basta agli stereotipi: alla House of Switzerland un primo assaggio del Fuorisalone. Sostenibilità protagonista

Il ministro Alain Berset con Monika Schmutz Kirgöz, ambasciatrice di Svizzera in Italia - courtesy House of Switzerland

Il ministro Alain Berset con Monika Schmutz Kirgöz, ambasciatrice di Svizzera in Italia - courtesy House of Switzerland

Vicini di design: il Fuorisalone è ufficialmente iniziato a Milano (mentre le porte del Salone del Mobile si aprono martedì mattina alle 9.30 a Rho) e la Svizzera ha già inaugurato a Brera uno spazio con le installazioni e le opere di diversi designer.  Alla presenza del ministro elvetico della Cultura Alain Berset che ha anche scherzato, "rivendicando" una Milano svizzera, 500 anni fa.

«Se mi consentite questa piccola esagerazione... tutto è finito con la sconfitta di Marignano. Mi spiace che questa grandiosa città non faccia più parte della Svizzera, altrimenti sarebbe stata subito dopo Bellinzona, Lugano, Locarno e Chiasso tra le cinque principali città ticinesi...».

GUARDA IL VIDEO

Battute a parte, il ministro Berset ha mostrato apprezzamento per la House of Switzerland, nuovo luogo di incontro tra Svizzera e Italia aperto al pubblico fino al 12 giugno nella Casa degli Artisti in Via Tommaso da Cazzaniga, angolo Corso Garibaldi 89/A. E per le opere di design che hanno indicato il futuro.

Un'occasione che è servita anche ad abbattere gli stereotipi, ha sottolineato, l'ambasciatore Monica Schmutz Kirgöz, accanto a Nicolas Bideau, ambasciatore alla guida di Presenza svizzera.

Basta piazza finanziaria, formaggio e cioccolato, è la fiera dichiarazione della Confederazione elvetica, ma «innovazione, gioventù... La squadra vincente? Precisione elvetica e creatività italiana». Si è detto durante l'inaugurazione  in collaborazione con la Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia. 

GUARDA IL VIDEO

Allora viaggio tra i giovani talenti emergenti delle università più creative al mondo e tra i brand di design più affermati nei 1.250 metri quadrati di House of Switzerland.  Sostenibilità protagonista, perché si va da un materiale di costruzione per elementi d’arredo realizzato con gli scarti della produzione di birrifici svizzeri a un paravento in fibra di carbonio tessuto a mano fino a una sedia allungabile che può essere trasformata in una panchina in poche mosse. Oltre a una macchina intelligente per la torrefazione del caffè, che permette di tostare secondo le proprie preferenze individuali piccole quantità di caffè crudo. 

Ma. Lu.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore