/ Territorio

Territorio | 29 maggio 2022, 18:48

Un tripudio di aquiloni al parco Carducci di Olgiate

Tanti bambini e famiglie alla manifestazione, tornata a colorare il parco olgiatese dopo due anni di pausa forzata dovuta alla pandemia

Un tripudio di aquiloni al parco Carducci di Olgiate

Grande successo per il ritorno di Aquiloni al parco, che, dopo i due anni di pausa forzata, nel pomeriggio di domenica 29 maggio ha visto il parco Carducci di Olgiate Olona riempirsi di famiglie che giocavano e ridevano in allegria.

Grazie anche a qualche raggio di sole è che spuntato per riscaldare la giornata, moltissimi olgiatesi hanno voluto essere presenti alla manifestazione, e per tutto il pomeriggio al gazebo degli Elefanti Volanti si sono presentati tantissimi bambini pronti a ritirare e poi a far volare il loro coloratissimo aquilone.

«Non vedevamo l’ora di tornare a poter realizzare questa bellissima festa – ha commentato Massimo Calabrese – negli ultimi due anni ci è mancato poter regalare ai piccoli questo momento di gioia e di spensieratezza.

Per molti di loro questa è la prima volta che provano a far volare un aquilone, ed è bellissimo vedere la loro espressione quando per la prima volta lo vedono alzarsi ne cielo».

Come tutte le volte che si impara qualcosa di nuovo, però, possono succedere degli incidenti, i bellissimi ma fragili aquiloni di carta velina possono strapparsi, cadere o fingere contro a qualche albero, ed è per questo che i volontari dell’associazione sono rimasti a disposizioni dei bambini per tutto il pomeriggio, per riparare quelli rotti e permettere loro di volare ancora; una bellissima lezione per mostrare loro che ciò che è rotto non deve essere necessariamente sostituito, come troppo spesso si pensa, perché tante volte basta un po’ di tempo e di amore per riparlo.

«Abbiamo preparato più di 200 aquiloni da distribuire oggi, e siamo certi che come sempre non ne rimarrà nemmeno uno - prosegue Calabrese – moltissime famiglie hanno voluto essere presenti a questa 22esima edizione di Aquiloni al parco, e devo dire che per noi è sempre una soddisfazione vedere come condividere questa nostra passione può rendere felici anche gli altri».

E condividere con gli altri la passione per gli aquiloni è uno dei punti di forza dell’associazione, che spesso durante l’anno realizza laboratori e momenti di apprendimento dedicati ai più piccoli.

«La scorsa settimana – conclude Massimo Calabrese – abbiamo organizzato all’oratorio di Santo Stefano un laboratorio per i ragazzi ucraini che in questo momento vivono ad Olgiate.

È stato un momento importante sia per loro che per le loro mamme, che hanno potuto ritrovarsi e passare del tempo insieme mentre i figli imparavano a realizzare, e a far volare un aquilone.

Per la maggior parte di questi giovani è stata un’esperienza nuova, molti non avevano mai provato a farli volare, e tutti sono stati felicissimi dell’opportunità di cimentarsi con questa piccola, ma per certi versi grande, sfida.

Uno di loro è venuto da noi per ringraziarci perché, ci ha raccontato, far volare un aquilone era uno dei suoi sogni, e noi siamo lieti di averlo aiutato a realizzarlo».

Loretta Girola

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore