/ Altri sport

Altri sport | 25 maggio 2022, 15:00

Laura, 48 anni e la passione per la scherma: vola agli Europei

Puricelli, atleta della Pro Patria, convocata dalla federazione per l’European Veterans Championships 2022. La sua storia fatta di costanza e capacità di fare scelte importanti

Laura Puricelli - Pro Patria Scherma

Laura Puricelli - Pro Patria Scherma

Fin da bambina, Laura Puricelli, oggi 48 anni, ha praticato sport. Prima con l’atletica, per poi iniziare all’età di 9 anni il Pentathlon Moderno, uno sport che comprende ben cinque discipline: scherma con spada, nuoto, corsa, equitazione e tiro a segno.

Fino ai 16 anni, nonostante gli impegni che possono avere le ragazze di quell’età, a partire dalla scuola, Laura ha continuato ad allenarsi con costanza. A causa di problemi di salute, però, ha dovuto fermarsi per due anni e quando è rientrata «mi sono accorta che ero rimasta troppo indietro, non potevo portare avanti tutti e 5 gli sport, quindi ho scelto la scherma».

Nel 2002, con il marito, si è trasferita a Montorfano frazione di Mergozzo: «Ci siamo innamorati di questo paese, il lago, la montagna. È stata una scelta venire qui». L’amore per questa località, ha portato entrambi a fare i pendolari per ben 4 anni, finché non sono riusciti ad ottenere il trasferimento.

Ma Laura non ha mai smesso di tornare qui, infatti, l’amore per la scherma e per la Pro Patria la riportano alle sue origini 2 o 3 volte a settimana per gli allenamenti: «All’inizio quando sono arrivata, pensavo che mi sarei stanca di fare quasi un’ora di strada così spesso, avevo pensato ad altri sport sul lago, come il canottaggio, ma la mia passione è la scherma e nessun altro sport è riuscito a sostituirla. Devo dire che anche mio marito e mio figlio di 16 anni mi danno una grossa mano».

Laura Puricelli è stata convocata dalla federazione per l’European Veterans Championships 2022 e partirà giovedì per Amburgo. La competizione è “master” a squadre, con le categorie di età che partono dai 40 anni in su. Laura è nella categoria “Master 1”, fino ai 49 anni, e per lei è un grande traguardo: «Per diverse cose, annate andate male, Covid, non sono mai riuscita ad ottenere la convocazione. L’anno scorso con i miei tre maestri (Marco Malvezzi, Giancarlo Toràn e Simone Preite) abbiamo iniziato a lavorare per raggiungere questo obiettivo, specialmente con Marco. Mi ha aiutata molto anche Marta Cammilletti  (atleta di scherma), soprattutto dal punto di vista psicologico».

Ma tornare a Busto per Laura è anche una scusa per incontrare la famiglia: «Ci sono altre palestre in Piemonte che praticano la scherma con spada ma, oltre al legame con la palestra, uso il tornare a Busto come una scusa per mantenere i contatti con la mia famiglia che è a Gallarate. Ho sempre abbinato la palestra con l’incontrarla».

Michela Scandroglio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore