/ Territorio

Territorio | 16 maggio 2022, 15:24

La Cm Valli del Verbano traccia un bilancio della raccolta rifiuti: «Prudenzialmente soddisfatti»

L'assessore all'Ecologia Gianpietro Ballardin analizza i dati dei primi quattro mesi dell'anno: raccolti 6,8 milioni di rifiuti differenziati, 1,60 di rifiuto secco, con una riduzione del 30%. La media della differenziata è dell'80,98%: «Usare le piattaforme comunitarie solo in caso di necessità». Resta il problema dell'abbandono della spazzatura sul territorio, come il materasso rinvenuto dallo stesso assessore sulla provinciale Cittiglio-Gavirate

La Cm Valli del Verbano traccia un bilancio della raccolta rifiuti: «Prudenzialmente soddisfatti»

Venerdì 13 maggio è partita nei Comuni di Laveno Mombello, Cittiglio e Brenta il servizio di raccolta del verde e dello sfalcio a domicilio attraverso i carrellati consegnati ai cittadini che ne hanno fatto richiesta e nei Comuni che hanno raggiunto un numero sufficiente di domande per poter dare avvio al servizio fornito dalla ditta Econord.

«Il quantitativo verde raccolto è stato pari a 4000 kg - spiega l'assessore all'Ecologia della Comunità Montana Valli del Verbano Gianpietro Ballardin - e si proseguirà nel corso dell’anno attraverso un calendario definito e consegnato alla singola utenza che prevede un numero di raccolte pari a: due nei mesi di maggio, due/giugno, due/luglio, tre/agosto, due/settembre, quattro/ottobre, due/novembre, due/dicembre, per un numero complessivo di 19 raccolte nell’anno 2022».

Entro dicembre, come da lettera inviata dall’assessore a tutti i Comuni della Comunità Montana sarà possibile effettuare una nuova prenotazione per l’anno 2023 che sarà attivata al raggiungimento del numero minimo di venti utenze richieste per comune.

A queste nuove utenze verrà consegnato a domicilio un carrellato da 120, 240, 360 lt in funzione delle necessità di raccolta manifestate e previo pagamento alla Cmvv della quota annuale richiesta che darà avvio, dal mese di gennaio 2023, alle 26 raccolte annuali previste dal servizio.

Dal mese di giugno verrà attivato, come previsto dal calendario consegnato a tutta l’utenza, il servizio di raccolta della plastica settimanale attraverso il sacco giallo consegnato gratuitamente, così come la raccolta del secco che avrà una cadenza settimanale e di cui è previsto in corso d’anno la sostituzione del sacco munito di rfid che passerà dagli attuali 70 lt a 110 lt, mentre l’umido verrà raccolto due volte la settimana. Queste modalità di raccolta verranno attuate per il periodo giugno/settembre.

«Questo servizio risponde a precise esigenze dovute alla condizione della produzione e della stagionalità e si integra nel percorso di strategia nella differenziazione della raccolta che, come suo obbiettivo principale ha il raggiungimento del percorso di “Tariffa Puntuale”» prosegue l'assessore. 

Per monitorare la costante del servizio è stato altresì inviato nei mesi scorsi ad ogni Comune, che partecipa al servizio di raccolta, uno strumento di verifica puntuale della situazione capace di monitorare i dati del conferito relativo al proprio Comune attraverso singola password di accesso, così come per Comunità Montana nell’ambito del controllo generale dei servizi di raccolta e di verifica del sistema.

«Si ribadisce la necessità - spiega Ballardin - che le piattaforme comunitarie, aperte sette giorni su sette, vengano utilizzate solo a fini di necessità e non per conferire materiali quali: plastica vetro o carta, per i quali è possibile usufruire del sistema di raccolta porta/porta. Questo per evitare inutili intasamenti o conferimenti che riempiono in maniera anomala ed eccessiva i contenitori delle piattaforme di raccolta creando difficoltà di servizio agli operatori della ditta Econord incaricata della gestione».

«Sono prudenzialmente soddisfatto - dichiara l’assessore all’Ecologia - in quanto i dati della raccolta confermano le aspettative della Comunità Montana delle Valli del Verbano».

Da gennaio ad aprile dell’anno 2022 sono stati raccolti: 6.830.777kg di rifiuti differenziati; 1.604.000 kg di rifiuto secco, quindi indifferenziato, con punte di riduzione che superano il 30%.

Le percentuali della raccolta hanno visto il raggiungimento del:

·         79,08% nel mese di gennaio;

·         80,86% nel mese di febbraio;

·         82,31% nel mese di marzo;

·         81,55% nel mese di aprile;

Con una media in questi quattro mesi dell’80,98%.

«Si consideri che lo scorso anno eravamo in media al 76% nella raccolta complessiva dei rifiuti - continua Ballardin - esistono ancora problemi da affrontare, che sono riferiti alle zone turistiche, dove installeremo a breve, consegne permettendo, le nuove Ecoisole che ci consentiranno di intercettare, in forma differenziata per ogni tipologia, i rifiuti dei turisti non residenti attraverso una necessaria collaborazione dei comuni che dovranno controllare e sanzionare le forme di inciviltà».

«Così come rimangono problemi di indisponibilità all’adeguamento alle diversificate forme di conferimento differenziato in alcuni supermercati, pochi per fortuna ma incapaci di adeguarsi al servizio generale, se non nella forma dell’insistente “mugugno” e non nelle istruzioni dovute ai propri dipendenti - conclude l'assessore - non da ultimo la situazione, non nuova ma esistente da troppi anni, degli abbandoni su cui stiamo predisponendo un progetto di formazione e azione scolastica rivolto, anche nella condizione di premialità, ai plessi scolastici del territorio. Si pensi che pochi giorni fa ho trovato abbandonato ai bordi della provinciale Cittiglio/Gavirate un materasso, senza considerare la molteplicità dei materiali raccolti con diligenza e passione dai volontari dell’Associazione “Madre Terra” a cui va il nostro sentito ringraziamento, così come ad Econord per l’importante lavoro svolto a servizio delle nostre comunità». 

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore