/ Scuola

Scuola | 10 maggio 2022, 18:41

La Liuc porta al territorio 123 milioni: «E abbiamo solo trent'anni»

VIDEO - Al convegno dedicato all'impatto dell'università di Castellanza cifre sorprendenti che documentano l'impatto del 2021, ma non troppo: «Chi la fondò se l'aspettava». Un dato parla chiaro: gli studenti in sei anni sono cresciuti del 33%, l'impatto economico del 41%

La Liuc porta al territorio 123 milioni: «E abbiamo solo trent'anni»

Il rettore Federico Visconti cita un modo di dire degli atenei americani: «Se vuoi costruire una grande città, crea una grande università e aspetta 200 anni». La Liuc, ricorda, di anni ne ha compiuti solo 30 e si è già misurata come impatto sul territorio in maniera incoraggiante.  Nel 2021 ha creato un maggior valore economico pari a 123 milioni e stiamo parlando di un anno ancora segnato dalla pandemia.

Un altro dato parla chiaro: gli studenti in sei anni sono cresciuti del 33%, ovvero da 2.218 a oltre 2.800, ma l'impatto economico è aumentato del 41%, da 87 milioni a quasi 123. Così fotografabile: «La crescita dell’impatto economico generato dall’ateneo sul territorio è maggiore dell’aumento del numero di studenti iscritti. Questo evidenzia un aumento della produttività dell’Università in termini di capacità di generare valore per il territorio».

Liuc sempre più centrale per il territorio, quindi, così come volevano gli industriali della provincia alle origini. Dove il riferimento nell'immediato è nel raggio di cinque chilometri, ma poi è l'intera regione. Che generi valore è spiegato dal rettore Visconti, anche attraverso la fiaba - e metafora - che è Pollicino.

GUARDA L'INTERVENTO

L'operazione che è stata condotta dal team di ricerca guidato dal professor Massimiliano Serati è un atto di trasparenza e misurazione dell'ateneo. Si sarebbero attesi questi risultati i fondatori dell'università 30 anni fa? Essendo visionari, gettando lo sguardo cioè nel futuro, si impone anche quel detto americano prima menzionato, ma soprattutto la filosofia di questo territorio, probabilmente sì. Ricerca prodotta e usata per far crescere l'ecosistema, crescita del capitale umano, spese anche in loco: questi e altri elementi generano un circolo virtuoso.

GUARDA IL VIDEO 

Il team di ricerca del Centro sullo sviluppo dei territori, coordinato dal professor Serati, è composto da Andrea Venegoni, Fausto Pacicco, Niccolò Comerio e Alessandra Centinaio: giovani che sono anche l'esempio di quello che sta forgiando l'università. Quaranta le borse di studio nel quinquennio, 34 assegni di studio, 22 progetti di cui 13 che vedono Liuc in capofila, per citare alcuni numeri.

E ancora, la ripartizione di quel valore: didattica, ricerca, struttura e terza missione incidono sulla cifra globale così, per 60,1 milioni, 3,5, ancora 50,3 e infine 9,1.

La differenza, Liuc la fa anche sugli stipendi dei suoi laureati, di circa 200 euro per i dottori in Economia e Management e 100 per chi si è laureato in Ingegneria gestionale per la produzione industriale. 

Marilena Lualdi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore