/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 02 aprile 2022, 20:10

Nessuna barriera, solo divertimento. Un pomeriggio inclusivo a Busto per la Giornata dell’autismo

È stato un pomeriggio di festa per tanti bambini e ragazzi quello promosso oggi dagli assessorati all’Inclusione sociale e alle Politiche educative e dalle associazioni del territorio. Tante occasioni di gioco e creatività per bambini e ragazzi, senza nessuna distinzione: «L’anno prossimo vogliamo fare qualcosa di ancora più grande. La normalità passa anche dalla condivisione di spazi e momenti»

Nessuna barriera, solo divertimento. Un pomeriggio inclusivo a Busto per la Giornata dell’autismo

Obiettivo raggiunto. È stato un pomeriggio di festa per tanti bambini e ragazzi quello promosso oggi dagli assessorati all’Inclusione sociale e alle Politiche educative e Pari opportunità del Comune di Busto e dalle associazioni del territorio in occasione della Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo (leggi qui).
Una giornata senza barriere e senza pregiudizi. Solo tante occasioni per divertirsi: colorando, tirando in porta o a canestro, giocando con le bolle di sapone o ascoltando una fiaba, solo per citare alcune delle attività organizzate al Museo del Tessile.

Tra i “grandi”, anche rappresentanti della politica cittadina: l'assessore Maurizio Artusa, i consiglieri comunali Luca Folegani, Paolo Geminiani, Claudia Cozzi, Orazio Tallarida e Alessandro Albani. Quest'ultimo è stato mattatore al karaoke, con cui si sono cimentate anche gli assessori Paola Reguzzoni (Inclusione sociale) e Daniela Cerana (Politiche educative).
Insomma, si sono davvero divertiti tutti in questo pomeriggio “Sempre più blu”, il colore dell’autismo.

«È stato un primo esperimento – spiega Cerana –. Ci aspettavamo la presenza degli utenti delle associazioni, ma è stato bello vedere una grande partecipazione generale di bambini e adulti, con disabilità e non. E tutti si sono divertiti».

«Sono estremamente soddisfatta della commistione dei partecipanti: i membri delle associazioni, i nostri ragazzi speciali e tante famiglie della città, con bambini piccoli e adolescenti. È l’inclusione che cercavamo – sottolinea Reguzzoni –. L’anno prossimo vogliamo fare qualcosa di ancora più grande e spero che momenti come questo si moltiplichino, perché c’è bisogno di una normalità nella vita di questi ragazzi e la normalità passa attraverso la condivisione di spazi e momenti».

Dagli assessori arriva il sentito ringraziamento per le associazioni. Ma le celebrazioni della Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo non si sono esaurite: sabato 9 aprile è in programma un convegno con realtà, cooperative ed enti del territorio e gli interventi di Charlotte Kilstrup-Nielsen, vicepresidente del corso magistrale in Biomedical Sciences all’Università dell’Insubria, della consigliera regionale Patrizia Baffi, membro della commissione sanità, e della scrittrice e illustratrice Margherita Ferracuti, autrice del libro “Tra le nuvole”, che verrà consegnato ai bambini dell’ultimo anno delle materne e del biennio della scuola primaria.

Riccardo Canetta

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore