/ Gallarate

Gallarate | 22 marzo 2022, 16:26

Casette dell’acqua condominiali e contenitori per smaltire l’olio: gli studenti di Gallarate dialogano con Alfa

Nella “Giornata mondiale dell’acqua”, un tombino blu in piazza Libertà. Perché anche i rifiuti più piccoli inquinano e i gesti quotidiani contano: “Il mare comincia qui”

Casette dell’acqua condominiali e contenitori per smaltire l’olio: gli studenti di Gallarate dialogano con Alfa

Un tombino blu. È in piazza Libertà, a Gallarate. Ed è stato presentato agli studenti delle secondarie di primo e secondo grado. Perché? Perché parla di ambiente e rispetto, di presente e futuro. Ragazze e ragazzi ad attorniare Paolo Mazzucchelli, presidente di Alfa (società che gestisce il servizio idrico integrato in provincia di Varese), il sindaco Andrea Cassani, gli assessori Claudia Mazzetti, Stefania Picchetti e Alessandro Rech.

In occasione della “Giornata internazionale dell’acqua”, 22 marzo, istituita nel 1992. Tutt’altro che un puro momento inaugurale, il ritrovo di questa mattina. Gli studenti (“Dante”, “Gerolamo Cardano”, “De Amicis” e “Ponti”, con “Ponti”, “Falcone” e “Gadda Rosselli”), preparati, hanno sollecitato i rappresentanti delle istituzioni, anche cogliendo stimoli scaturiti sul posto. Hanno formulato domande puntuali e calzanti.

Il presidente Mazzucchelli tocca la questione dello smaltimento dell’olio da friggitura, che non dovrebbe finire nelle tubature di casa. «Quindi? – arriva la domanda – Come si fa?». Risposta: «Stiamo pensando – la risposta – a flaconi speciali in cui raccoglierlo per non farlo finire negli scarichi domestici, per poi conferirlo. È un impegno, una fatica. Ma serve». Ancora il presidente Alfa, sull’acqua da bere: «Abbiamo commissionato analisi su quella confezionata, cinque marchi. In almeno un caso è risultata ai limiti della potabilità. Perché quelli che si leggono sulle etichette sono valori “alla fonte”. Poi si passa da tubazioni, imbottigliamento, trasporti… L’acqua del rubinetto è controllata e di qualità». Gli studenti incalzano e Mazzucchelli risponde: «C’è un progetto per installare casette dell’acqua condominiali, almeno negli androni degli immobili più grandi». Tradotto: pochi passi, bottiglie piene, maggiore rispetto per l’ambiente e la salute.

La siccità, come noto, perdura. E rende la sensibilizzazione delle giovani generazioni ancora più importante. Il tombino blu è lì, a ricordarlo.

Stefano Tosi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore