/ Cultura

Cultura | 18 marzo 2022, 17:40

Da Filmstudio 90 una rassegna voluta dai giovani per i giovani

Un progetto che coinvolge 12 sale indipendenti del nord Italia, tra cui il Nuovo di viale dei Mille a Varese, con l'obiettivo di supportare la "generazione Z" ad avere ruolo attivo nel mondo del cinema

Da Filmstudio 90 una rassegna voluta dai giovani per i giovani

Un gruppo di giovani che condividono la passione per il cinema ha deciso di dare forma concreta a questo interesse aderendo a Z-Power: Young people back to the movies, progetto coordinato dall’associazione Filmstudio 90, in collaborazione con la cooperativa Totem.

Un'iniziativa, in cui i ragazzi sono chiamati a programmare e organizzare una rassegna cinematografica rivolta ai giovani, che coinvolge un network di dodici cinema del nord Italia, tra cui il Cinema Teatro Nuovo di Varese, con il sostegno di Europa Cinémas - Creative Europe Media Sub Programme nell'ambito del programma Collaborate to Innovate e con il patrocinio dalla Cineteca di Milano - ovvero, operatori culturali fortemente promotori di lavori europei, indipendenti e diversi dalla normale e ordinaria distribuzione. 

Obiettivo del progetto è sviluppare le abilità e le competenze audiovisive dei ragazzi coinvolti, per renderli capaci di distinguere e apprezzare il cinema di qualità, passando dal ruolo di spettatori passivi a quello di organizzatori attivi, con anche l'obiettivo di far riavvicinare i propri coetanei al grande schermo.

Per la realizzazione della rassegna, i sedici young programmers del gruppo di Filmstudio 90, studenti tra i 18 e 24 anni della provincia di Varese, sono stati seguiti dai tutor Massimo Lazzaroni e Gabriele Ciglia e dai critici cinematografici Alessandro Leone e Andrea Chimento, intraprendendo un percorso grazie a cui hanno acquisito una formazione sia dal un punto di vista tecnico, finalizzata all’analisi critica dei film, sia da un punto di vista relazionale e personale, imparando a gestire i rapporti in un gruppo di lavoro, cooperando per ottenere il risultato migliore.

La selezione dei titoli della rassegna è partita da un catalogo di quindici film inediti per le sale italiane, da cui sono stati scelti cinque titoli che verranno proiettati in lingua originale, con sottotitoli in italiano, in cinque differenti serate al Cinema Teatro Nuovo di Varese, viale dei Mille 39.

La rassegna sarà divisa in due parti: dal 25 marzo all'8 aprile, per tre venerdì consecutivi, saranno proiettati l'ungherese “Bad Poems”, l'italiano “Futura” e l'irlandese “Dating Amber”, che sviluppano il tema della ricerca d'identità ad un livello personale, mentre venerdì 6 e 13 maggio saranno presentati il franco-spagnolo “Josep” e il bosniaco “Quo Vadis, Aida?” che affrontano il tema in riferimento ad un contesto socio-culturale più ampio che si intreccia con le vicende della grande Storia.

Ogni pellicola avrà una serata dedicata per approfondire e discutere il significato del film. In collaborazione con alcune realtà varesine, ci saranno ospiti eccezionali tra cui Mauro Gervasini, docente di cinema in Insubria e consulente selezionatore della Mostra Internazionale dell’Arte Cinematografica di Venezia, per la serata dedicata a Bad Poems, e Stefano Laffi, docente di sociologia e tra i co-fondatori di Codici, che ha scolto il ruolo di ideatore e consulente per “Futura”, realizzato da Pietro Marcello, Alice Rohrwacher e Francesco Munzi ha realizzato ; il loro contributo e quello degli altri che si aggiungeranno trasformerà le proiezioni in eventi speciali, rendendo ancora più interessante e coinvolgente la visione. 

Il gruppo di giovani organizzatori ha deciso di programmare i film in lingua originale, con sottotitoli in italiano, per valorizzare la diversità linguistica europea all'interno delle varie produzioni. I film scelti sono stimolanti, coinvolgenti e capaci di esplorare tematiche estremamente attuali, adatti a un pubblico giovane che ha voglia di trovare nuove emozioni e di esplorare la varietà del cinema europeo.

Per ogni serata, sono state pensate attività originali, che saranno svelate nelle prossime settimane, e collaborazioni con altre associazioni varesine, come la Libreria degli Asinelli e Arcigay.

Gli eventi sono aperti a tutti. Il biglietto intero per ogni singola serata costerà 6,50 euro, con la possibilità di riduzione a 5 euro per i soci Filmstudio 90, i soci Arci, gli studenti e le persone con più di 65 anni. Tutti i giovani con meno di 25 anni avranno la tariffa esclusiva di 3 euro.

Troverete maggiori informazioni sul sito www.filmstudio90.it/z-power/ e sull'account Instagram @fs90_zpower.

Giulia Nicora

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore