Varese - 15 marzo 2022, 11:22

«Distributori nei condomini per avvicinare i cittadini all'acqua del rubinetto: è buona, sicura e super controllata»

Siglato questa mattina al Miv l'accordo tra Alfa e Camera Condominiale Varese. Paolo Mazzucchelli: «Una collaborazione utile per rendere più efficace il nostro servizio». Andrea Leta: «E' una piccola rivoluzione sociale»

La firma dell'accordo tra Alfa e Camera Condominiale Varese al Miv: da destra il presidente di Alfa Paolo Mazzucchelli, il direttore generale di Camera Condominiale Varese Andrea Leta e Gianluca Carullo, responsabile scientifico dell'associazione

«Una piccola rivoluzione sociale». La "rivoluzione" è rappresentata dalla presenza di distributori d'acqua all'interno dei condomini di Varese: la sperimentazione messa in campo da Alfa partirà dei prossimi mesi. La novità è stata svelata durante l'annuncio dell'accordo con Camera Condominale Varese per una collaborazione tra le due realtà.

La firma è arrivata questa mattina nelle sale del Miv e prevede, tra le altre cose, uno scambio di informazioni continuo per quanto riguarda le problematiche legate al servizio idrico. In particolare Alfa si impegna a fornire strumenti di formazione per gli amministratori condominiali in tema di qualità "post contatore", cioè nelle reti di distribuzione interne agli edifici. Da parte sua, Camera Condominiale Varese favorirà incontri e momenti di confronto e intraprenderà iniziative per render proficua questa collaborazione. 

«Avviciniamo l'acqua a casa, facendo rete e con l'obiettivo di creare un unico tubo da Saronno a Pino sulla sponda del Lago Maggiore - ha detto Paolo Mazzucchelli, presidente di Alfa - inseriremo i distributori di acqua naturale gratuita nei condomini. L'obiettivo è quello di ottenere successivamente anche l'acqua gasata nel proprio stabile che rientrerà nelle spese condominiali o, se tutti non fossero d'accordo, attraverso una tesserina. Negli anni ci hanno convinto che l'acqua dei rubinetti non è buona, ma invece ogni goccia che scende nelle case della nostra provincia e più buona, più sana e microbiologicamente iper controllata, più di quella che si compra. Ringrazio Camera Condominiale con cui facciamo sistema per salvaguardare il bene acqua ed eliminare la plastica».

«Sono onorato di contribuire al miglioramento di questo servizio per il benessere di tutti i cittadini - ha detto il direttore generale di Camera Condominiale Varese, Andrea Leta, presente insieme a Gianluca Carullo, responsabile scientifico dell'associazione - e per un aspetto di professionalità, sempre più competente dei suoi associati. Inoltre, il 2022 per Camera Condominiale è un anno plastic world:  andremo a parlare anche di educazione ambientale».

«Per noi è fondamentale condividere la cultura e l'uso consapevole dell’acqua» ha detto ancora Mazzucchelli, annunciando anche il possibile varo di una tariffa unica per i 138 comuni della provincia, se il cda di Alfa decidesse in questo senso entro l'estate. «Ora i costi sono diversi: è giusto uniformare il pagamento senza che in alcuni comuni si paghi di più e in altri di meno. Ci sono cittadini che pagano in metro cubo d’acqua, cioè mille litri, 1,25 euro e altri 0,58: c’è disparità di trattamento. Sarà un'operazione di equità sociale».

Non è mancato un riferimento alla situazione idrica dopo mesi di siccità: «Abbiamo 325 sorgenti e punti di captazione, la nostra è una provincia ricca d’acqua. Ma se non pioverà ancora a lungo e le falde si abbasseranno, magari in zone non interconnesse con l'acquedotto provinciale potrebbero esserci delle razionalizzazioni».



A.C.