Hockey - 13 febbraio 2022, 21:11

FOTO. Mastini in forma playoff: dall'1-3 al 6-3 sul Dobbiaco nel tripudio del popolo giallonero

Nelle foto e nei video di Alessandro Galbiati riviviamo la favolosa vittoria appena conquistata dal Varese all'Agorà: tre gol in 3 minuti nel secondo periodo e le parate di Muraro infiammano i tifosi gialloneri. Giovedì alle 20.30 derby a Casate con il Como

Marcello Borghi spedisce sotto la traversa da posizione angolata il disco del 3-3 (foto Alessandro Galbiati)

Marcello Borghi spedisce sotto la traversa da posizione angolata il disco del 3-3 (foto Alessandro Galbiati)

Schina spedisce dentro la bordata del 5-3 che chiude una partita favolosa, prima del sesto gol a porta vuota di Capannelli, con i Mastini in forma playoff dopo una sfida con il Dobbiaco capolista del Qualification Round che è davvero sembrata una gara playoff con ritmo, emozioni, adrenalina, ribaltamenti e colpi di scena continui (dall'1-0 di capitan Vanetti all'1-3 altoatesino e poi al 4-3 varesino alla fine del miglior secondo tempo della stagione, davvero divino, prima dei due gol che allungano la goduria).

Tre gol in 3'26" nel secondo periodo ribaltano il match ed esaltano il pubblico dell'Agorà (300 spettatori, la metà di quelli che hanno sostenuto ieri sera l'Asiago nella conquista dell'ottavo scudetto, il terzo di fila: questo la dice lunga sulla fame e sulla potenzialità dei Mastini): Piroso da il là alla rimonta (2-3), accendendo il pubblico che lo segue in pista, Marcello Borghi trova il pari - guardate la foto di Alesandro Galbiati d'apertura: parla da sola - e Cordin spedisce dentro il 4-3 giallonero. Poi Carlo Muraro con due interventi consecutivi - e un altro ancora verso fine tempo - che fanno urlare Max Airoldi e sobbalzare sulla sedia i tifosi all'ascolto della sua appassionante radiocronaca su Radio Village continuano a farci fare l'amore con i Mastini spinti dal tifo incandescente dell'Agorà. 

Ma ci sono anche 3 gol su 6 del Varese in superiorità numerica e c'è soprattutto un pubblico che, anche dalla radio, è sembrato fare la differenza: chissà cosa accadrà nel nuovo Palalbani. Ma, intanto, accontentiamoci del derby di giovedì a Casate e dei playoff. C'è sempre tempo per i miracoli se sei un Mastino. Soprattutto dopo il pieno d'entusiasmo di fine gara con il giro trionfale della squadra e del portiere Muraro, premiato come miglior giocatore giallonero.

VARESE-DOBBIACO 6-3 (1-2, 3-1, 2-0)
Reti: 8'19" Vanetti (Capannelli, M.Borghi) in sup. 1-0, 9'36" Rein 1-1, 14'20" Rizzo 1-2; 24'46" Zandegiacomo 1-3, 28'29" Piroso (Schina) in sup. 2-3, 31'06" M.Borghi (Capannelli, Caletti) in sup. 3-3, 31'55" Cordin (Tilaro, Belloni) 4-3; 51'08" Schina (Caletti, M.Borghi) 5-3, 58'56" Capannelli 6-3.
Arbitri: Fabio Lottaroli, Willy Vinicio Volcan (Federico Cusin, Matthias Cristeli)
Note - Tiri Va 24 Do 30. Penalità Va 8' Do 18'. Spettatori: 315.



QUALIFICATION ROUND

Varese-Dobbiaco 6-3, Appiano-Como 3-9 (ieri).
GIOVEDì 17 Ore 20.30: Como-Varese (Casate), Bressanone-Appiano
SABATO 19 Ore 20: Dobbiaco-Como. Ore 20.30: Varese-Bressanone.
CLASSIFICA (le prime tre ai playoff)
Dobbiaco* 23 punti. Como 22. Varese 19. Appiano* 8. Bressanone 5.*una gara in più

MASTER ROUND

Caldaro-Valdifiemme 3-2, Alleghe-Pergine 5-3
Giovedì (20.30): Valdifiemme-Alleghe, Unterland-Caldaro
Classifica
Unterland 27 punti. Caldaro* 21. Valdifiemme, Alleghe 20. Pergine* 17
*una gara in più

Il comunicato dei Mastini

I Mastini vincono una delle più belle partite della stagione contro un Dobbiaco che aveva avuto il merito di scappare sul 3 a 1. Il punteggio finale di 6 a 3 è stato costruito con un secondo tempo magistrale dove, nella fase centrale, in meno di 4 minuti i Mastini hanno ribaltato la gara.

Dopo i primi minuti di studio tra le due squadre è la formazione giallonera a sbloccare il risultato con Andrea Vanetti che rompe gli equilibri al termine di una splendida azione in powerplay ben orchestrata: l’assist di Capannelli è perfetto per il numero 16 che scarica in rete, da un paio di metri, il primo disco della serata.

La reazione degli ospiti non si fa attendere e Rein trova il pareggio in un modo abbastanza fortunoso, deviando una conclusione giunta dalla distanza, senza troppe pretese. I Mastini patiscono la rete subita e, complice un’infrazione di McGrath, si ritrovano in inferiorità. In tale situazione arriva il raddoppio da parte di Rizzo, complice una ingenuità varesina. 

Il Varese non trova la continuità nel giocare in parità numerica e la pressione del Dobbiaco si alza. Una volta rientrati gli uomini dalla penalty box il baricentro giallonero si sposta in avanti e Bertin sfiora il pareggio, impeditogli da una super parata di pattino di Burzacca, poco prima del primo intervallo.

Il secondo drittel parte subito fortissimo e M. Borghi ha l’occasione del pareggio ma manda alto. Gol sbagliato, gol subito: la dura legge del gol… è legge e ne approfitta L. Zandegiacomo, abilissimo nella deviazione volante che significa 3 a 1. La montagna da scalare è degna delle Dolomiti altoatesine, ma i gialloneri non si perdono d’animo. Da qui inizia un’altra partita e in 200 secondi il Varese ribalta il match. Il powerplay funziona a meraviglia e anche quando c’è un pizzico di imprecisione ci pensa Piroso a bucare Burzacca sotto la traversa con una conclusione da circa 5 metri. I Mastini riscaldano gli animi del buon pubblico accorso a vedere l’incontro e trovano il pareggio, ancora una volta con l’uomo in più, grazie ad una azione da manuale conclusa in rete da M. Borghi. Il Dobbiaco risale e avanza il proprio raggio di azione ma Muraro è pazzesco in almeno tre interventi e si ripeterà poco prima della sirena. In un’azione di contropiede è Cordin che appoggia in rete il disco servitogli da Tilaro per il poker varesino, dopo una bella ripartenza dalla zona difensiva della sua linea di attacco.

Il terzo tempo vede i pusteresi partire forte, con un piglio diverso e i gialloneri badano più che altro a non commettere errori. Un paio di brividi corrono lungo la schiena di Muraro, ma la difesa gestisce bene ogni situazione. Il break decisivo lo innescano Caletti e M. Borghi: l’assist del primo per Schina è un pezzo pregiato che viene trasformato in oro dal difensore lanciato in proiezione offensiva: la conclusione è fortissima e trafigge Burzacca sul palo opposto, gasando il pubblico sugli spalti.

Ogni tentativo del Dobbiaco viene smorzato sul nascere e i Mastini giocano in avanti. Alla fine il punto esclamativo lo mette Capannelli, bravo a rubare il puck in zona neutre e depositare dalla distanza nella porta sguarnita.

Il finale è per Muraro che prende la nomina del migliore in pista tra il tripudio sugli spalti. Il giro di pista in saluto ai tifosi vede Capannelli “capo ultrà” ad arringare e a dirigere i cori del pubblico, che canta “Vi vogliamo così!”.

Nella gallery di Alessandro Umberto Galbiati tutti i volti dell'Agorà in pista e fuori con il giro di campo trionfale del portiere Muraro, votato miglior Mastino la cui maglia è stata consegnata dal presidente Torchio alla tifosa che ha partecipato all'estrazione e vinto il prezioso cimelio.

Redazione


Vuoi rimanere informato sui Mastini Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo MASTINI VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP MASTINI VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU