/ 

| 12 febbraio 2022, 07:20

Ferri, il tigrotto da 30 e lode anche fuori dal campo che ammira Seneca e Brahim Diaz

Il centrocampista della Pro Patria dopo un brillante percorso allo Scientifico sta frequentando sempre con ottimi risultati Ingegneria gestionale alla Liuc: «Cerco di dare il meglio di me specie nei momenti difficili»

Davide Ferri compie 20 anni a settembre

Davide Ferri compie 20 anni a settembre

Il settembre prossimo compie vent’anni, ma ha una testa, una determinazione e una tenacia che lo fanno sembrare molto più grande. È Davide Ferri, una giovane promessa del calcio bustocco, anzi già un riferimento all'interno della Pro Patria e anche autore del gol di sabato scorso contro il Lecco.

Insomma, un ragazzo del 2002 che l’anno scorso si è diplomato al liceo scientifico Tosi di Busto Arsizio, ora frequenta con successo ingegneria gestionale alla Liuc e con altrettante soddisfazioni milita nella Pro Patria.

Campo e libri

Un giovane che fa il suo dovere, si direbbe. In realtà Davide Ferri ha una marcia in più, nello sport, nella scuola, e nella vita. Concilia al top allenamenti, università, amici e riesce anche a ritagliarsi un po’ di tempo libero, rigorosamente alla sera però. Perché al mattino è impegnato a seguire le lezioni alla Liuc, al pomeriggio ad allenarsi, prima di cena ancora studio e poi relax. E i risultati sono eloquenti: sta frequentando da poco più di tre mesi l’università e ha già divorato sette esami: matematica e informatica con 30 e lode, due esami di statistica con 28 trentesimi, ancora en plein nei due esami di fisica e ora è alle prese con economia.

«Cerco di gestire al meglio il tempo a disposizione– spiega il tigrotto – Frequento lezioni anche in Dad, se ne salto qualcuna mi affretto a recuperarla e se ho un giorno libero mi porto avanti con lo studio. Il segreto del successo? Credo sia importante l’aspetto mentale, il cercare di migliorarsi e dare il meglio di sé soprattutto nei momenti difficili». E di periodi faticosi ce ne sono stati, eccome. Basti pensare alla pandemia che ha costretto i tigrotti a uno stop di quattro mesi di allenamenti in campo.

Ma Davide Ferri ha sempre tenuto i denti stretti, si è allenato in casa secondo i diktat del preparatore atletico ed è tornato in campo, pronto per qualsiasi sfida.

Il centrocampista dei tigrotti è nato a Gorla Minore. A sei anni, mentre frequentava le elementari Manzoni, il papà ha voluto che praticasse qualche sport. E lui ha scelto il calcio, prima nel Gorla Minore calcio, dopo due anni al Cairate, dopo un anno al Torino club, alla Castellanzese e al Roncalli prima di approdare alla Pro Patria, dove milita da sette anni, quattro nelle giovanili e da tre in prima squadra. A quattordici anni ha scelto di frequentare il liceo scientifico Tosi: «Mi sono sempre piaciute le materie scientifiche – ha raccontato – e molto anche il latino. Direi che mi sono appassionato a questa lingua che richiede logica nella traduzione, le stesse competenze della matematica. Poi mi piace scoprire l’etimologia delle parole. Il mio autore preferito era Seneca: ero attratto dal suo pensiero, dalle sue riflessioni, dalla sua filosofia».

Gli anni del liceo li ha trascorsi sempre con il massimo dei voti, media dell’8 e del 9 al termine di ogni quadrimestre e il giugno scorso si è diplomato con un’ottima valutazione. Insomma un ragazzo d’altri tempi, si potrebbe dire, se non per il fatto che il tigrotto trova il tempo anche da dedicare agli amici. E come tutti i ragazzi coltiva dei sogni.

Salire e il modello

La sua aspirazione è quella di salire di categoria, nella B e magari anche in A. Milanista da sempre, ha il suo modello in Brahim Diaz. «Perché? Semplicemente perché è un giocatore molto tecnico, riesce a dribblare e a saltare l’uomo, insomma mi piacciono i giocatori tecnici».

Laura Vignati

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore