/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 09 febbraio 2022, 16:15

L'innovazione e la tradizione: il doppio filo rosso nelle imprese top di Busto Arsizio

Eolo, Costruzioni Meccaniche Bandera, Mondo Revive e le altre imprese nel Reportaziende raccontano l'evoluzione in città

Luca Spada, alla guida di Eolo

Luca Spada, alla guida di Eolo

L'innovazione, il mondo della rete che fa correre Busto nel futuro: ma di questo fa saldamente parte anche la tradizione, perché plasmata nella capacità di essere all'avanguardia.

La top ten bustocca di Reportaziende.it (QUI la classifica provinciale) mostra questo duplice filo rosso. Partiamo dalla prima: Eolo, la società creata da Luca Spada è operatore leader in Italia nella fornitura di connettività tramite tecnologia FWA (ora società benefit e con una grande attenzione allo sport, a partire dal ciclismo), nel 2020 ha riportato un fatturato di 187 milioni. Al secondo posto Costruzioni Meccaniche Luigi Bandera, realtà storica con 76 milioni. Ancora sul podio Mondorevive, fabbricazione di articoli plastici, con 75. 

Spazio poi alla chimica: ecco Chimitex, 71 milioni. Sulla stessa lunghezza d'onda dal punto di vista delle cifre, Fogliani, che è però nel ramo elettrico.

Tradizione e innovazione sono un forte patrimonio connesso della sesta azienda citata nel report, Comerio Ercole, fabbricazioni di macchine per l'industria di materie plastiche e gomma con 53 milioni. Poi Tmc Transformers (trasformatori e generatori), 52 milioni. Entra in scena Agesp Energia con 40 milioni, Turconi distribuzione (cartoni) con 32 milioni, Trafileria Ceruti con 26,4. 

Ma. Lu.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore