/ Cronaca

Cronaca | 23 gennaio 2022, 14:30

Travolto e ucciso nel Comasco mentre va a portare i rifiuti dopo il lavoro da un giovane con patente sospesa

Una terribile tragedia sulla statale Regina: il dipendente di un locale centrato e sbalzato dalla balaustra del ponte sopra il torrente Liro. A quanto risulta l'investitore di 26 anni, arrestato con l'accusa di omicidio stradale, non avrebbe potuto essere alla guida della Subaro Impreza

Travolto e ucciso nel Comasco mentre va a portare i rifiuti dopo il lavoro da un giovane con patente sospesa

Dipendente di una locale della ristorazione travolto e ucciso mentre sta andando a buttare la spazzatura dopo il lavoro da un giovane alla guida con patente sospesa. La terribile tragedia è avvenuta la scorsa notte sulla statale Regina nel Comasco, a Gravedona ed Uniti. 

In base ai primi accertamenti, tutt'ora in corso, il 63enne stava andando a gettare i rifiuti dopo aver finito il proprio turno di lavoro quando è stato travolto e sbalzato oltre la balaustra del ponte che sovrasta il torrente Liro: sono stati i vigili del fuoco con gli specialisti del Saf ha recuperare la salma.   

Alla guida dell'auto, una Subaru Impreza, si trovava un 26enne arrestato dai carabinieri della compagnia di Menaggio con l'accusa di omicidio stradale e piantonato in ospedale, dove è ricoverato per le ferite riportate: la sua patente risultava sospesa al momento dell'incidente. Il giovane sarà sottoposto ai test che determineranno se fosse alla guida del mezzo stato in ebbrezza o dopo avere fatto uso di sostanze stupefacenti.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore