Varese - 21 gennaio 2022, 16:34

Varese, autista aggredito sul pullman. Bianchi: «Atto gravissimo, escalation di violenza in città. L'amministrazione intervenga»

Il consigliere comunale e deputato della Lega dopo l'aggressione di un autista sulla linea E all'altezza della chiesa dei Frati di viale Borri: «Si allunga la lista di fatti violenti, l'amministrazione comunale non può fare finta di niente e deve trovare delle soluzioni per garantire maggiore sicurezza nella nostra città»

Varese, autista aggredito sul pullman. Bianchi: «Atto gravissimo, escalation di violenza in città. L'amministrazione intervenga»

«Esprimo tutta la mia solidarietà nei confronti dell'autista vittima dell'aggressione avvenuta ieri a Varese, mentre stava svolgendo il proprio lavoro»: Matteo Bianchi, consigliere comunale e deputato della Lega, interviene a proposito dell'autista della linea E di Autolinee Varesine finito in ospedale dopo essere stato aggredito con un sampietrino da un uomo salito sul mezzo alla fermata di viale Borri in corrispondenza della chiesa dei Frati.

«Ringrazio inoltre le forze dell'ordine per essere intervenute prontamente e aver identificato l’aggressore - aggiunge Bianchi - Il fatto è gravissimo e, purtroppo, è solo l’ultimo in ordine di tempo di una serie di casi di cronaca che vedono Varese al centro di una pericolosa escalation di violenza. È necessario che le istituzioni facciano una seria riflessione e individuino azioni concrete per salvaguardare la sicurezza dei cittadini che vivono e lavorano in città».

L'autista di 49 anni ha chiesto a una donna di salire dalla porta meno affollata durante il tragitto da Bizzozzero ad Avigno, ricevendo in risposta parole pesanti; durante il viaggio di ritorno verso Bizzozero, alla stessa fermata l'autista sarebbe stato raggiunto dal compagno della stessa donna che, salito sul mezzo, lo ha aggredito con un sampietrino procurandogli una frattura al naso.

«Solo pochi giorni fa la polizia fermava alcuni ragazzini, armati di bastoni, che avevano rapinato dei coetanei in pieno centro, in via San Francesco, a due passi da Palazzo Estense - continua Bianchi – e la lista di fatti gravi, che hanno tutti come comun denominatore la violenza, si allunga andando indietro nel tempo. È evidente che siamo di fronte a una vera e propria emergenza sociale. L'amministrazione comunale non può fare finta di niente e deve trovare delle soluzioni per garantire maggiore sicurezza nella nostra città». 

Redazione


SPECIALE POLITICA
Vuoi rimanere informato sulle notizie di politica e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo POLITICA VARESENOI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP POLITICA VARESENOI sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU