/ Territorio

Territorio | 19 gennaio 2022, 12:18

A Besozzo al via i lavori di costruzione del marciapiede sulla 629 in via Marconi, ma il sogno è deviare la statale

Qualche disagio per il traffico a causa del cantiere, l'obiettivo del Comune è dare la possibilità ai pedoni di vivere anche strade molto trafficate e collegare zone del paese in sicurezza. Il vicesindaco Coghetto: «Riqualifichiamo l'ingresso del paese con la collaborazione dei cittadini»

A Besozzo al via i lavori di costruzione del marciapiede sulla 629 in via Marconi, ma il sogno è deviare la statale

Sono iniziati da qualche giorno a Besozzo, comportando disagi al traffico nelle ore di punta soprattutto, i lavori di realizzazione del marciapiede di via Marconi lungo il tratto di statale 629 fino all'incrocio con la strada del campo sportivo.

Si tratta di un ulteriore passo in avanti del progetto comunale che dovrebbe culminare con la deviazione della statale stessa nell'area della ex cartiera, realizzando una via delle rimembranze davanti al cimitero, escludendo il passaggio delle auto.

«La realizzazione del secondo marciapiede su via Marconi è un ulteriore tassello del progetto dell'amministrazione comunale di riqualificazione dell'ingresso del paese - spiega il vicesindaco Gianluca Coghetto - l'obiettivo è dare la possibilità ai pedoni di vivere anche le strade ad alto traffico come la statale 629 anche se in alcuni tratti le abitazioni sono talmente a ridosso della sede stradale da rendere impossibile la realizzazione di un marciapiede».

Il vicesindaco sottolinea la collaborazione preziosa dei cittadini nel progetto. «Voglio sottolineare il bel gesto di attenzione e disponibilità verso la comunità dei proprietari del condominio che hanno ceduto gratuitamente una parte della loro proprietà per realizzare il marciapiede» sottolinea Coghetto. 

Il sogno, l'ambizione, la volontà del Comune è però un'altra: deviare la statale 629 nell'area ex cartiera di proprietà comunale e realizzare di fronte all'ingresso del cimitero una sorta di viale delle rimembranze, senza auto e dove le persone possano camminare in tutta sicurezza. 

«Lo scopo del progetto è collegare pedonalmente varie zone di Besozzo che oggi sono scollegate tra loro come ad esempio via Marconi e il tratto verso via De Bernardi» conclude Coghetto.

Via dove si affaccia l'ex fabbrica Sonnino e dove il Comune ha recentemente realizzato un camminamento pedonale e spostato i parcheggi sull'altro lato della strada. 

Matteo Fontana

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore