/ Territorio

Territorio | 11 gennaio 2022, 16:46

Operazione "Vista Lago". Rinviato a giudizio il sindaco di Lavena Ponte Tresa: «Dimostrerò la legittimità del mio operato»

Massimo Mastromarino andrà a processo insieme ad altre 12 persone, tra cui il suo predecessore, nell'ambito dell'inchiesta su presunti abusi relativi alla costruzione di alcuni immobili in paese: «Fiducioso e rispettoso dell'azione dei giudici e confortato da una sentenza successiva del Tar»

Operazione "Vista Lago". Rinviato a giudizio il sindaco di Lavena Ponte Tresa: «Dimostrerò la legittimità del mio operato»

E' stato rinviato a giudizio, per abuso d'ufficio, nell'ambito dell'inchiesta "Vista Lago", il sindaco di Lavena Ponte Tresa Massimo Mastromarino; con lui, a processo, andranno altre 12 persone, tra cui anche il suo predecessore Pietro Roncoroni. 

«Come ho avuto modo di comunicare alla mia maggioranza, mi difenderò dalla accusa di abuso d’ufficio, dimostrando non solo la correttezza ma anche la legittimità del mio operato - afferma in una nota Mastromarino - confortato da una sentenza successiva del tribunale amministrativo che ha riconosciuto fondato il mio operato. Rimango fiducioso e rispetto l’azione dei giudici».

Come riferisce Luinonotizie, l'operazione “Vista Lago”, portata a termine dalla Guardia di Finanza di Luino nel 2017 come come oggetto i presunti abusi edilizi su una serie di appartamenti costruiti a Lavena Ponte Tresa, immobili del valore complessivo di oltre quattro milioni di euro.

Abuso d’ufficio, abuso edilizio e omissioni di atti d’ufficio i principali capi d’imputazione. Tra le persone coinvolte (oltre ai committenti dell’opera, ai tecnici dell’impresa edile che si occupò dei lavori e ad alcuni tecnici comunali), figurano anche l’ex sindaco di Lavena Ponte Tresa, Pietro Roncoroni e l’attuale primo cittadino, Massimo Mastromarino.

L’accusa ruota attorno al tentativo di ottenere vantaggi economici che sarebbe stato messo in atto da chi aveva curato i lavori appoggiandosi agli uffici comunali, al fine di avere l’approvazione ad un aumento delle strutture volumetriche degli edifici, atto che allo stesso tempo avrebbe causato disagi ai condomini per il mancato rispetto di norme igienico sanitarie e per il riconoscimento di una classificazione energetica sovrastimata.

 

Redazione


SPECIALE ELEZIONI 2021 - VARESE
Vuoi rimanere informato sulla politica di Varese in vista delle elezioni 2021 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE POLITICA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE POLITICA sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore