/ Eventi

Eventi | 02 dicembre 2021, 09:48

Le voci dei poeti protagoniste alla Casa nel Giardino di Casalzuigno

Sabato 4 dicembre alle 16 lettura poetica attraverso le registrazioni in disco realizzate intorno agli anni Sessanta di opere di Umberto Saba, Trilussa, Eugenio Montale e Giuseppe Ungaretti

Le voci dei poeti protagoniste alla Casa nel Giardino di Casalzuigno

Quando a parlare di poesia sono i poeti, anzi le loro voci registrate, documenti suggestivi del loro sentimento e del tempo in cui hanno vissuto. Alla Casa nel Giardino di Gaetano Blaiotta a Casalzuigno, sabato 4 dicembre alle ore 16, Umberto Saba, Trilussa, Eugenio Montale e Giuseppe Ungaretti saranno i protagonisti di una lettura poetica attraverso le registrazioni in disco da loro realizzate intorno agli anni Sessanta per le Edizioni Letterarie della Rca. 

In più si ascolteranno le voci di Ettore Petrolini, Dario Fo e Franca Valeri alle prese con i loro personaggi più amati, e quelle di grandi attori quali Vittorio Gassman, Giorgio Albertazzi, Paolo Stoppa e Giancarlo Sbragia impegnati nella lettura di liriche  di Giuseppe Gioacchino Belli, Vincenzo Cardarelli, Cesare Pavese e Salvatore Quasimodo.  

Inframmezzati alle letture poetiche, presentate da Gaetano Blaiotta, poeta, pittore ed editore con Maria Elena Danelli di GaEle, ci saranno i brani di Cilea, Leoncavallo, Puccini, Hahn e Burgmein eseguiti dal pianista Francesco Miotti, docente al Conservatorio di Como e direttore del Gruppo polifonico “Josquin Despres”. Il pomeriggio è soltanto a inviti e GaEle comunica che i posti sono ormai esauriti. 

«È un modo per fare sentire forte la voce della poesia, in un momento molto difficile della vita di tutti, una vita diventata sempre più superficiale e frenetica», dice Blaiotta, che in questi giorni presenta il numero uno della rivista letteraria “L’Eucalipto”, pubblicata da GaEle con i contributi di artisti e intellettuali che hanno illustrato la vita nelle carceri. «A volte serve fermarsi e interrogarsi sul presente, e non c’è niente di meglio che rivolgersi ai poeti, indicatori precisi dei cambiamenti che quasi sempre percepiscono con largo anticipo».

M. Chio.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore