/ Lombardia

Lombardia | 01 dicembre 2021, 11:33

Mascherine all'aperto per un Natale sicuro? Il sindaco di Legnano: «Al lavoro sull'ordinanza»

Lorenzo Radice alla presentazione degli eventi natalizi: «Oggi pomeriggio dal prefetto, importante un'azione con i Comuni vicini. Ci stiamo giocando un momento critico, i numeri sono esplosi». Si valuta dalla Ztl al mercato. Unione Confcommercio: «Al vostro fianco per difendere salute e negozi»

Mascherine all'aperto per un Natale sicuro? Il sindaco di Legnano: «Al lavoro sull'ordinanza»

«Stiamo valutando un'ordinanza per le mascherine all'aperto, dove si possono radunare più persone, come nella Ztl, nei momenti o nelle occasioni di più maggiore rischio. Tendenzialmente la faremo». L'annuncio viene dato dal sindaco Lorenzo Radice alla presentazione degli eventi natalizi a Legnano.

Con voglia di confronto a tutto campo, ecco perché tiene alla parola tendenzialmente. Confronto con i Comuni limitrofi, a partire da quelli della provincia di Milano, ha sottolineato Radice: «Oggi pomeriggio ci sarà anche un incontro con il prefetto. Comunque stamattina io e il comandante ci stavamo lavorando. I  numeri sono preoccupanti, non sono come quelli dello scorso anno grazie al vaccino. Bisogna usare il buonsenso con misure sostenibili anche per i controlli. Invito tutti i legnanesi e coloro che verranno a Legnano a stare attenti».

L'idea è quella di garantire l'atmosfera natalizia con tutti gli eventi culturali e sociali, nonché gli acquisti. Dove si possono creare assembramenti per i mercatini o le altre iniziative, le mascherine garantirebbero più tranquillità anche all'aperto.

GUARDA IL VIDEO

In questo ci sono alleati sicuri, come è stato sottolineato nel corso della conferenza stampa con l'assessore Guido Bragato da Paolo Ferrè, presidente dell'Unione Confcommercio Legnano: «Ci trova assolutamente d'accordo, noi siamo a fianco dell'amministrazione prima di tutto per la salute e poi per garantire i nostri negozi». Fermare tutto e bloccare le attività commerciali è qualcosa che non ci si può più permettere. «Poi importante è il dialogo - sostiene Ferrè - stavamo valutando un mercato straordinario per i commercianti danneggiati dal maltempo durante il ponte dei Morti, ci abbiamo rinunciato per i numeri dei contagi».

GUARDA IL VIDEO

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore