/ Territorio

Territorio | 29 novembre 2021, 13:20

Coronavirus, crescono i contagi a Malnate, anche nelle scuole: alcune classi in isolamento

«Nonostante l'alto tasso di vaccinati - spiega il sindaco Irene Bellifemine - nelle ultime settimane i casi positivi sono aumentati e attualmente sono 39, con 34 persone in osservazione. Occorre vaccinarsi ed essere prudenti, cerchiamo di salvaguardare le festività»

Coronavirus, crescono i contagi a Malnate, anche nelle scuole: alcune classi in isolamento

Dopo una primavera e un'estate contrassegnate da un numero di contagi da Covid contenuto, con pochi ricoveri in ospedale, la pandemia è tornata a farsi sentire anche a Malnate. 

E' il sindaco Irene Bellifemine a fare il punto, a partire dal numero dei vaccinati in città, che sono il 92%: 13.119 malnatesi hanno ricevuto la prima dose e 11.616 la seconda su 14.2423 persone vaccinabili).

«La vaccinazione in atto non deve farci pensare che siamo fuori dal pericolo di contagio poiché le varianti del virus sono alle porte e il ricordo immunitario del vaccino purtroppo non è così duraturo come si sperava - afferma la prima cittadina - nonostante un alto tasso di vaccinati, nelle ultime settimane si è evidenziato un progressivo aumento dei casi; attualmente abbiamo 39 casi positivi e 34 persone in osservazione perché considerate contatti stretti. Inoltre, periodicamente abbiamo alcune scolaresche isolate secondo il nuovo protocollo di ATS per contenere i contagi e la conseguente sospensione delle attività pomeridiane dei ragazzi legate allo sport o al catechismo».

Il sindaco si appella ai suoi concittadini perché siano prudenti, rispettino le regole anti-contagio e proseguano la campagna vaccinale. 

«Questa situazione impone, da parte di tutti, un rigoroso rispetto delle misure di contenimento, per evitare il diffondersi del virus - dichiara Bellifemine - invito a prenotare ed effettuare il richiamo della vaccinazione anti Covid, usare il più possibile la mascherina anche all’aperto in caso di presenza di molte persone, preferendo la FFP2. Igienizzare spesso le mani o lavarle spesso. Non stringere la mano quando ci si saluta. Cercare di mantenere il distanziamento. Quando si è a tavola con amici o parenti non congiunti, rispettare il distanziamento e rimettere la mascherina appena possibile. Arieggiare spesso l’ambiente dove si soggiorna in ambito lavorativo o conviviale».

Per il momento non sono in vista ordinanze comunali restrittive, ma guai ad abbassare la guardia davanti al Coronavirus.

«Cerchiamo di salvaguardare il nostro periodo festivo legato al Natale e all'inizio dell'anno nuovo - prosegue la prima cittadina - occorre continuare a prestare sempre grande attenzione e non abbassare mai la guardia, se vogliamo bene ai nostri cari e soprattutto alle persone fragili o anziane, occorre osservare le regole. Come sindaco, non vorrei essere costretta a riprendere misure restrittive o obbligatorie perché mi fido dei malnatesi, abbiamo dato dimostrazione di saper rispettare le regole e di essere solidali».

Il sindaco si rivolge a tutti i cittadini e in particolare ai genitori dei bambini e dei ragazzi. 

«La diagnosi precoce della malattia permette di frenare i contagi e permette una ripresa più celere, dunque sottolineo l’importanza di non sottovalutare i sintomi e di effettuare i tamponi senza indugio - continua Bellifemine - a tal fine chiedo anche di prestare molta attenzione ai ragazzi che mostrano sintomi riconducibili al Covid e alla tracciabilità dei contatti stretti dei casi positivi, rivolgersi tempestivamente ai medici per poter effettuare il tampone».

L'amministrazione comunale è in campo per la terza dose a domicilio. 

«Come Comune, il C.O.C. (Comitato Operativo Comunale) e la Protezione Civile, ci siamo messi a disposizione per la terza campagna vaccinale a domicilio per sostenere i medici e i cittadini più fragili. Continuano i contatti telefonici con coloro che sono in quarantena e organizziamo, in base alle necessità, i servizi richiesti. Ribadisco di osservare scrupolosamente la quarantena secondo le indicazioni. Non esitate a contattarci per le esigenze e le informazioni utili legate alla gestione del Covid. Esprimo la massima vicinanza a coloro che sono in isolamento, in difficoltà economica o sociale a causa della pandemia» conclude il sindaco Bellifemine. 

M. Fon.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore