/ Economia

Economia | 29 novembre 2021, 16:11

La richiesta di Cgil, Cisl e Uil Varese: «La manovra del Governo deve cambiare»

Assemblea unitaria dei delegati sindacali questa mattina al Cinema Teatro Nuovo con i segretari confederali regionali e provinciali per chiedere modifiche sostanziali alla Legge di Bilancio attualmente all'esame del Parlamento

La richiesta di Cgil, Cisl e Uil Varese: «La manovra del Governo deve cambiare»

Si è svolta questa mattina, 29 novembre, al Cinema Teatro Nuovo di Varese l’assemblea unitaria di Cgil, Cisl, Uil sulla manovra del Governo. Numerosi i delegati e le delegate che hanno partecipato all’iniziativa organizzata dai sindacati confederali, ne rispetto delle normative anti-Covid.

La mattinata è stata aperta dall’intervento di Monica Vangi, della Cgil Lombardia, che ha offerto un quadro sui contenuti della bozza di bilancio del governo, seguita dall’intervento di Pierluigi Rancati, segretario Cisl Lombardia, che si è invece soffermato particolarmente sulla riforma sanitaria al centro della maratona in corso in Regione Lombardia. Su questo duplice binario si è sviluppata la discussione, che ha visto intervenire lavoratrici e lavoratori.

Sul palco erano presenti Stefania Filetti, segretario generale Cgil Varese, Marco Contessa, della segreteria provinciale Cisl dei Laghi e Antonio Massafra, segretario generale Uil Varese, che hanno invitato i lavoratori presenti a continuare ad organizzare assemblee sui posti di lavoro dedicate al confronto sui temi al centro dell’incontro di oggi.

Articolato il ventaglio di argomenti trattati dai sindacati confederali rispetto alla manovra e alla riforma della sanità regionale. Una manovra inadeguata, secondo Cgil Cisl Uil, che va cambiata in base alle proposte dei sindacati. Forte attenzione alle questioni del lavoro, della precarietà, delle difficoltà di ragazze e ragazzi ad entrare nel mondo del lavoro, ma anche alla necessità di allargare le possibilità di pensionamento come ape sociale e opzione donna.

Molti gli interventi che hanno sottolineato la necessità di utilizzare i fondi del PNRR per ridurre le tasse a lavoratori dipendenti e pensionati, rilanciando la lotta all’evasione fiscale. Non è mancato neppure un appello forte ad affrontare, con strumenti adeguati, il lavoro nero e non garantito, oltre ad alzare il livello di attenzione e intervento su incidenti e morti sul lavoro, una strage allarmante e in crescita.

Sul fronte della sanità, dall’assemblea del Nuovo è giunta la richiesta di sostenere e rafforzare la sanità del territorio, considerare il settore privato come integrativo e non sostitutivo della sanità pubblica, rimettere la sanità pubblica nella condizione di rispondere alla tutela della salute dei cittadini, soprattutto delle frange più deboli. Decisiva, a tale proposito, una legge sulla non autosufficienza. A conclusione dell’assemblea è intervenuto Danilo Margaritella, segretario generale della Uil Milano e Lombardia.  

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore