/ Cronaca

Cronaca | 23 novembre 2021, 15:52

Frana cantiere stradale, morto operaio

L'incidente sul lavoro a Rodano, nel Milanese, nel primo pomeriggio di martedì 23 novembre. Inutile ogni tentativo di soccorso, l'operaio è finito sotto due metri di terra franata. La vittima aveva 46 anni ed era residente a Malonno, nel Bresciano

Frana cantiere stradale, morto operaio

(ANSA) - Un operaio è morto nel cedimento di uno scavo a Rodano, nel Milanese. Secondo le prime notizie l'uomo, che stava posando alcune tubature nella zona industriale della cittadina per conto di una ditta, è stato sepolto da due metri di terra franata in un cantiere stradale.

La tragedia è avvenuta in via Papa Giovanni XXIII, intorno alle 13.30 di oggi. Scattato l'allarme, sul posto si sono precipitati vigili del fuoco, ambulanza ed elisoccorso, carabinieri e polizia locale, ma i soccorritori hanno potuto solo constatare il decesso dell'uomo una volta sopraggiunti sul luogo dell'incidente.

La vittima aveva 46 anni e abitava a Malonno, nel Bresciano, e non come inizialmente comunicato residente a Rescaldina.

Il cordoglio del Gruppo Cap Holding

L'incidente mortale sul lavoro è avvenuto in un cantiere del Gruppo Cap, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, nel Comune di Rodano.

«L’operaio in servizio per conto di un’impresa affidataria per un intervento sulla rete fognaria, per cause ancora da accertare, è stato coinvolto da un cedimento del terreno, rimanendone schiacciato. Nonostante i soccorsi l’operaio è deceduto. Gruppo Cap esprime profondo rammarico per l’accaduto ed è vicino alla famiglia. Le dinamiche dell’incidente sono in corso di accertamento e ci si aspetta di avere un quadro più completo entro pochi giorni».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore