/ Calcio

Calcio | 20 novembre 2021, 11:47

Il Varese a Bra per uscire dal silenzio e chiudere le ferite del passato. In attesa di ritrovare il feeling con la città

I biancorossi, settimi a -7 dalla vetta, sono impegnati domani sull'infuocato campo piemontese dove Ramella ci rimise la panchina e un anno fa persero 3-0 tra espulsioni folli e l'esordio di Ebagua: a proposito, che fine ha fatto il bomber di tutti i tempi?

Antonio Rosati, l'uomo di riferimento della società biancorossa, aggrappato alla rete di Bra nella scorsa stagione, quando il Varese perse 3-0

Antonio Rosati, l'uomo di riferimento della società biancorossa, aggrappato alla rete di Bra nella scorsa stagione, quando il Varese perse 3-0

Domani a Bra, dove i precedenti sono tosti e hanno sempre lasciato il segno, i biancorossi non dovranno cullarsi nella vittoria di carattere di domenica scorsa contro un Sestri che, nessuno l'ha detto, era comunque alla quinta partita in 15 giorni ma nell'ultimo quarto d'ora ha costretto i biancorossi, non irreprensibili in difesa ma capaci di unirsi e soffrire, nella loro area. 

Sugli spalti a ridosso del piccolo campo da battaglia dei cuneesi, dove l'ambiente è caldissimo e lo sarà ancora di più grazie al tifo della curva e di Passione Biancorossa, sempre presenti (a differenza del poco pubblico registrato finora al Franco Ossola: evidentemente il Varese deve ancora imparare a comunicare, coinvolgere e rendersi simpatico alla maggioranza dei tifosi, lontani e disaffezionati), i biancorossi hanno vissuto due brucianti sconfitte, ancora da vendicare, conquistando un'unica vittoria per 3-2 ai tempi di Iacolino. 

Dopo il pareggio di Bra dell'ottobre 2016 contro i giallorossi allora ultimi in classifica, Ernestino Ramella venne esonerato dalla panchina del Varese - ricordiamo ancora il capannello dirigenziale, un must, di fine gara - mentre si trovava a un solo punto dalla vetta della classifica: arrivò Ciccio Baiano, poi sostituito a sua volta da Stefano Bettinelli.

L'anno scorso i padroni di casa vinsero meno nettamente del 3-0 finale sul Varese già allenato da Ezio Rossi (in quel caso squalificato) grazie a una doppietta di Merkaj (ah, Merkaj...) e a un contropiede finale di Campagna. Ricordiamo soprattutto, però, l'espulsione del neoentrato Sow per un inconcepibile intervento da dietro in scivolata su un avversario, l'esordio di Ebagua (a proposito: stiamo ancora aspettando che vengano comunicate le motivazioni della sua "scomparsa" dalla rosa. Non è che stiamo parlando di un signor nessuno, e non siamo in terza categoria) e il varo della difesa a 3, poi diventata una costante quest'anno anche se, va detto, non abbiamo mai più visto Mapelli e Parpinel giocare e intendersi alla perfezione come accadeva nella retroguardia a 4 dello scorso campionato.

Unico spunto vincente biancorosso a Bra fu il 3-2 dell'ottobre 2017. Al tempo la squadra allenata da Iacolino (poi dimessosi per Tresoldi, a sua volta esonerato a due giorni dal playout di Voghera: mai portato bene esoneri e girandole di mister) andò sotto due volte e coronò la rimonta vincente al 91' con il carneade Molinari, uno dei tanti nomi messi assieme - spesso non sono i nomi o i contratti a fare la differenza, ma la chimica - prima che il banco societario saltasse per l'ennesima volta, lasciando tifosi e città con un pugno di mosche e una storica retrocessione in Eccellenza.

Il Varese non vince in trasferta dalla prima di campionato a Lavagna (18 settembre) e proverà a uscire dall'anonimato del settimo posto a -7 dalla vetta con quella continuità già trovata domenica scorsa, almeno nel settore cruciale del gioco, con Disabato e Piraccini assieme a parlare la stessa lingua fatta di intesa e piedi buoni in mezzo al campo, dove c'è Cantatore a "portare la croce", oltre che sulla corsia esterna con Alessandro Baggio capace di fare la differenza come nessun altro uomo di fascia sin qui, prima del calo nella ripresa. Di Renzo (1 gol sin qui) torna disponibile: vedremo se Rossi deciderà di sacrificare Minaj (3 reti), visto che Mamah (6) è intoccabile, per rimetterlo al centro dell'attacco (in questo caso tornerà titolare Parpinel).

Nell'ordinaria conferenza stampa mattutina delle 9.30 del sabato ad Albizzate, l'allenatore Ezio Rossi ha detto che a Bra (occhio ad Alfiero, 10 gol sui 14 totali, e all'ex Quitadamo) «ho giocato parecchie volte trovando squadre toste e smaliziate». Speremm. 

Il Bra ricorderà domani Rocco Vitale, che è scomparso improvvisamente a 51 anni dopo aver coordinato la partenza della formazione femminile ed essersi impegnato a lungo anche per le giovanili del club piemontese. Condoglianze al club piemontese.

GLI ANTICIPI ODIERNI

Saluzzo-Fossano 2-0 (Gaboardi 49' e 57'), Sestri-Imperia 1-0 (Gonella 25').

DOMANI

Ore 14.30Bra-Varese (arbitro: Silvia Gasperotti di Rovereto, assistenti Vito Licari di Marsala e Alessio Mauriello di Bologna), Caronnese-Novara, Casale-Gozzano, Derthona-Ligorna, Pont Donnaz-Lavagnese, RG Ticino-Asti, Sanremese-Borgosesia, Vado-Chieri.

CLASSIFICA

(Saluzzo e Sestri 1 gara in meno) 

Chieri 23. Novara 22. Casale 21. Derthona 20. Sanremese 19. Borgosesia 17. Varese, Pont Donnaz 16. Gozzano 15. Bra, Lavagnese 14. Vado 13. Asti, Ligorna, Sestri Levante 12. Imperia, Rg Ticino 11. Caronnese, Saluzzo 10. Fossano 8.

MERCOLEDI' 24 NOVEMBRE ORE 15

Recupero: Sestri-Saluzzo 

DOMENICA 28 NOVEMBRE ORE 14.30

Tredicesima giornata, ore 14.30
Asti-Caronnese, Borgosesia-casale, Bra-Sestri, Chieri-Pont Donnaz, Varese-Sanremese, Gozzano-Fossano, Imperia-Vado, Lavagnese-Derthona, Ligorna-Rg Ticino, Novara-Saluzzo.

Andrea Confalonieri


Vuoi rimanere informato sul Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE CALCIO
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE CALCIO sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore