/ Territorio

Territorio | 16 novembre 2021, 12:20

Il museo di di Angera si "allarga" con una ricerca sui reperti preistorici ritrovati in archivio

«Abbiamo scoperto numeroso materiale preistorico - spiega il sindaco Paladini Molgora - testimonianza di consistente presenza umana da millenni nella nostra città». Esperti già al lavoro per decodificare i reperti e arricchire l'esposizione: aggiornamenti in tempo reale sui social

Foto dalla pagina Facebook del Museo di Angera

Foto dalla pagina Facebook del Museo di Angera

La nota ricchezza storica di Angera sta per conoscere un nuovo capitolo legato al periodo preistorico. 

"Storie dal buio tornano alla luce" è il nome del progetto del Civico Museo Archeologico della città e dell'assessorato alla Cultura che si svilupperà nei prossimi mesi e che sarà dedicato alla riscoperta della preistoria sul territorio angerese.

Verranno effettuate ricerche tra gli archivi della Soprintendenza, in biblioteca e tra i cassetti degli archivi del museo. 

«Si tratta di un lavoro fondamentale - spiegano dal museo - perché preliminare alla realizzazione del nuovo allestimento della sezione preistorica del Museo. Una squadra di archeologi e specialisti ci accompagnerà in questa avventura, che desideriamo condividere con i cittadini attraverso i social». 

«Guardando nel nostro fornitissimo archivio, abbiamo scoperto numerosi reperti preistorici, testimonianza di consistente presenza umana da millenni, ben prima del periodo aureo romano - aggiunge il sindaco Alessandro Paladini Molgora - la tentazione di scoprirli e studiarli è stata grande, per cui abbiamo coinvolto esperti per decodificare questo periodo ed arricchire le nostre esposizioni». 

M. Fon.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore