/ Politica

Politica | 06 novembre 2021, 08:58

Un museo a casa di Umberto Bossi. «La Seconda Repubblica è nata lì ed è piena di cimeli. Apriamola al pubblico»

Giuseppe Leoni, uno dei padri fondatori del Carroccio, in un'intervista a "La Stampa": «Compriamo un’altra casa al Capo e facciamo della sua un luogo della memoria». Tra lettere e manifesti storici del Carroccio, scritti con i discorsi originali di Pontida, l'atto di costituzione della Lega Autonomista Lombarda

La villetta di Umberto Bossi a Gemonio (foto tratta da Idealista)

La villetta di Umberto Bossi a Gemonio (foto tratta da Idealista)

Un museo da aprire al pubblico nella casa di Umberto Bossi, tra i cimeli che testimoniano la nascita della Seconda Repubblica: è l'idea lanciata da Giuseppe Leoni, uno dei padri fondatori della Lega.

«Quella casa è un pezzo di storia d’Italia, se pò minga vendela - dice Leoni in un'intervista al quotidiano "La Stampa" oggi in edicola - La Seconda Repubblica è nata lì. E poi il Capo non ha buttato via niente: i fax, le lettere di Cossiga, gli originali dei discorsi fatti a Pontida, i regali, i cimeli, il mio intervento fatto nel 1985 in Comune a Varese che aveva corretto e rivisto lui, l’atto di costituzione della Lega Autonomista Lombarda, i manifesti elettorali e i simboli che presentavamo al Viminale. Non avevamo grafici. Erano idee dell’Umberto, che io poi disegnavo».

La proposta di Leoni è semplice: comprare un «bell'appartamento all'Umberto, a 80 anni vivere in una casa su più piani è solo una gran fatica, e trasformiamo la villetta di Gemonio nel museo della Lega. Dieci euro a ingresso e in un paio d’anni l’abbiamo ripagata».

Lo stesso ex deputato e senatore leghista, che non smette di andare a trovare il "Capo" a Gemonio e non risparmia stoccate a Salvini («Prova inutilmente a imitarlo»), dice che l'Umberto «se ne sta in poltrona con il suo sigaro, legge, osserva tutto ciò che accade a Roma e come sempre mi spiega il suo punto di vista».

Redazione


SPECIALE ELEZIONI 2021 - VARESE
Vuoi rimanere informato sulla politica di Varese in vista delle elezioni 2021 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE POLITICA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE POLITICA sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore